Momentanea pausa estiva

0

Dopo oltre un mese di caldo intenso e fuori dal normale, soprattutto sulle regioni centro meridionali, l’estate ha deciso di prendersi una pausa. Infatti, durante il prossimo fine settimana osserveremo un deciso cambio di rotta della circolazione atmosferica, che non vedrà più l’arrivo di correnti calde sahariane bensì l’intromissione di venti freschi atlantici. Diciamo subito che l’intero weekend sarà caratterizzato da un ciclone temporalesco che giunto nei giorni scorsi al nord, continuerà ad andare a spasso per l’Italia centro meridionale dispensando acquazzoni e temporali. Ciò premesso, ci attendiamo un sabato ed una domenica spiccatamente instabili con tanti temporali che, dove si verranno a creare i maggiori contrasti tra masse d’aria completamente diverse, potrebbero risultare anche di forte intensità e perfino accompagnati da eventi grandinigeni. Segnaliamo, inoltre, anche un deciso rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali che provocherà un drastico calo delle temperature soprattutto sui settori centro meridionali della penisola anche di 10 / 12 gradi. A conti fatti però questo cambiamento ci farà respirare aria meno rovente ma soprattutto più salubre. Nella settimana prossima si preannuncia il ritorno dell’alta pressione che dopo aver perso un po’ della sua energia, si rimetterà in forma soprattutto al centro nord. Qualche refolo fresco si attarderà, invece, sulle regioni meridionali e ciò provocherà almeno fino a martedì qualche locale temporale pomeridiano soprattutto a ridosso dei rilievi. Dalle carte odierne in nostro possesso, si evince che il prosieguo sarà caratterizzato dal ritorno delle belle giornate, con clima gradevole da nord a sud, praticamente l’estate che molti di noi ricercano.

Il tempo sulla  Basilicata

Sabato 17 e domenica 18 : il fine settimana sarà teatro di una  diffusa presenza di acquazzoni e temporali. Entrando più nel dettaglio vi annunciamo che saranno due giornate tutt’altro che estive, con una incertezza meteorologica che inizierà a paventarsi già dalle prime ore del mattino per poi placarsi parzialmente soltanto dalla sera, allorquando la fenomenologia sarà in generale attenuazione. I venti si disporranno moderati da nord ovest provocando una decisa diminuzione delle temperature ed un consistente aumento del moto ondoso del mar Tirreno e dello Jonio.

 

Lunedì 19 e martedì 20 :  avremo ancora condizioni di relativa instabilità, con piogge e temporali che saranno più probabili nelle ore pomeridiane e a ridosso dei rilievi montuosi. Le correnti proverranno ancora da nord mantenendo le temperature sotto le medie stagionali, mentre i mari risulteranno ancora molto mossi.

 

Da mercoledì 21   l’alta pressione dovrebbe riprendere in mano le redini e  garantire meteo più stabile, anche se non escludiamo la formazione di cumulonembi con associati locali acquazzoni di difficile collocazione. Le temperature risaliranno anche grazie ai venti che si placheranno e proverranno da latitudini meridionali.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Rispondi