MUSEO DI LAGOPESOLE, INTERVENGA IL MINISTRO!

0

PIETRO SIMONETTI

Il Museo dell’emigrazione “Nino Calice”è chiuso da un anno per i lavori di manutenzione del Castello di Lagopesole. E chiusa  anche  l’ala dove è stata istallata la mostra su Federico II  ed il Castello.

La lentezza dei lavori, anche per colpa della scarsa manovalanza che ci lavora,,danneggia gravemente non solo la fruizione dei beni culturali ma anche il turismo e le attività collegate.
Nell’anno prima della chiusura, oltre 22 000 persone hanno visitato il Maniero,solo poche migliaia i musei ,anche per l’ assurda decisione di prevedere tre biglietti
Al momento non si conosce la data di riapertura del Castello e delle strutture museali.
Pertanto, oggi,l 22 maggio ,Giornata mondiale dei Lucani nel Mondo il Museo sara’ ancora chiuso.
Si ricorda che la struttura fu aperta nel Maggio del 2016 dopo la progettazione curata anche gratuitamente dal giornalista Giannantonio Stella uno dei maggiori esperti di emigrazione italiana.
Forse e’ giunto il momento che il Ministro dei Beni Culturali Franceschini,attraverso gli uffici territoriali, affronti la questione dell’avanzamento dei lavori e della gestione valorizzando anche risorse locali con l’inserimento nel polo museale Lucano.
La perdita di altro tempo, per la paralisi delle strutture della Regione preposte,come sta accadendo per la sede dell’Archivio di Stato di Potenza,non permette la fruizione dei siti e dei servizi.
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi