NIENTE GUERRA DEI POVERI SULLE ASSUNZIONI NEL PETROLIO

0

Nel dibattito che si è aperto sull’assunzione del personale per le compagnie petrolifere si rischia di ingenerare una guerra localistica, conseguenza del fatto che il posto di lavoro viene visto come ricompensa diretta ai sacrifici che le famiglie sopportano, vivendo in una zona a forte rischio inquinamento. E però nella logica delle imprese c’è il diritto a prendere le persone più brave e meritevoli, dando priorità al territorio ove queste professionalità siano presenti. Con la Fiat , nel 1998, ci fu lo stesso problema e la risoluzione di esso fu un testo di accordo con i Sindacati e con la Commissione regionale per l’impiego ( sostituita con la legge regionale del 1998, Centri impiego, basilicata, osservatorio, dalla Commissione Tripartita) che contemperava entrambe le esigenze. L’articolo uno dell’accordo indicava l’intera Basilicata come bacino naturale dell’accordo e prevedeva che il reclutamento avvenisse all’interno di una fascia di pendolarità compresa in 60 minuti di trasferimento. L’azienda accettava di riservare alla Basilicata l’80 per cento del reclutamento complessivo. Per assicurare la massima trasparenza l’azienda era chiamata a diffondere i requisiti essenziali di professionalità rispondenti, volta a volta, alle assunzioni da fare e a procedere alle selezioni esaminando, congiuntamente alle domande pervenute, gli elenchi dei partecipanti agli specifici corsi regionali di prequalificazione, quelli forniti dal sistema scolastico e dal collocamento , nonchè altre fonti disponibili sul territorio di riferimento, secondo i profili di professionalità necessari. Sulla scorta di questa positiva esperienza si possono conciliare le aspettative specifiche di chi vive nel circondario, con quelle più generali della comunità di Basilicata. L’essenziale è aprire quella fase all’insegna della massima trasparenza, dando una risposta anche a quei Sindaci che amano le regole e che non sono disposti ad andare col cappello in mano.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento