Nuova sconfitta del Potenza al Viviani contro il Catania di Raffaele

0

 

Nuova sconfitta del Potenza al Viviani contro il Catania di Raffaele.

 di Vittorio Basentini

Tabellino del match:

CATANIA (3-5-2): Confente; Noce, Silvestri, Zanchi; Calapai, Rosaia (66’ Dall’Oglio), Welbeck, Biondi (89’ Pellegrino), Piccolo (79’Izco), Sarao, Piovanello (66’Reginaldo). A disp.: Martinez, Panebianco, Dall’Oglio, Manneh, Albertini, Izco, Maldonado, Pecorino, Pellegrino. All. Raffaele.

Potenza (3-4-3) – Marcone, Conson, Di Somma, Zampa, Coccia (85’ Nigro), Coppola, Sandri, Panico, Compagnon (70’ Volpe), Ricci (67’ Di Livio), Cianci. A disp. Santopadre, Brescia, Viteritti, Iuliano, Lauro, Iacullo, Nigro, Fontana, Volpe, Di Livio,Spedalieri, Lorusso. All. Capuano.

Rete: 83’ Sarao.

Arbitro: Paride Tremolada (Monza)

Assistenti Fabio Pappagallo (Molfetta) e Mauro Dell’Olio (Molfetta).

Quarto ufficiale Mario Cascone (Nocera Inferiore).

Angoli:  2.0 per il Potenza

Ammoniti:Sandri,Piovanello,Ricci,Welbeck. Espulso al 92’ il Presidente del Potenza S.Caiata.

Note: Giornata autunnale – Temperatura: 8°.

Grande attesa a Potenza per la partitissima al Viviani fra la squadra lucana ed il blasonato Catania allenato da Mister Giuseppe Raffaele, allenatore del Potenza delle ultime due ottime stagioni calcistiche.

Squadra siciliana di ottimo livello tecnico che parte con il favore del pronostico, posizionata nella zona alta della classifica e reduce della vittoria esterna per 1-2 contro la Viterbese con rete dell’ex Reggina Manuel Sarao al 93’, con assenze al Viviani di Tomucci, Claiton, Pinto, Emmausso; in formazione, invece, il centrocampista Welbeck, calciatore ganese naturalizzato italiano, ex Brescia ed Atalanta, il quale ha scontato il turno di squalifica e conferma in attacco di Sarao che ha segnato il gol vittoria a Viterbo.

Potenza, invece, penultimo in classifica con l’ultima sconfitta per 2-0 subita sabato scorso allo stadio Menti di Castellammare contro le vespe di Mister Padalino, con assenza al Viviani dell’ attaccante titolare Salvemini e del francese Blachet, entrambi infortunati, oltre che del rumeno Boldor messo fuori rosa.

Disponibile l’attaccante Cianci, infortunato a Castellammare; in panchina il centrocampista Di Livio che ha scontato il turno di squalifica, in campo il giovane  confermato Sandri, classe 2001 ex giovanili del Torino, di proprietà del Potenza.

In avanti Cianci e Compagnon, leggermente indietro Ricci.

Sintesi della partita-Reti:

Il primo tempo della partita è terminato a reti inviolate, ovvero 0-0.

Diciamo che nel primo tempo la partita è stata giocata prevalentemente a centrocampo.

Gioco compassato del Catania di Raffaele con  supremazia di possesso palla, differenza di valori tecnici non trascurabili e fitta ragnatela a centrocampo disposta da Raffaele che ha bloccato per circa 30’ la manovra del Potenza; formazione rossoblu con baricentro arretrato e primo tiro in porta da parte del Potenza ad opera del vivace Compagnon, con palla finita fuori lateralmente alla porta di Confente.

Da dire che il Catania è andato vicinissimo al vantaggio al 5’, infatti, a seguito di una palla mancata da Conson dal limite, l’attaccante Sarao è penetrato in area potentina ed ha effettuato un forte tiro respinto miracolosamente di piede a terra dal portiere Marcone, il quale ha compiuto un vero e proprio salvataggio.

Il Potenza, insomma, per buona parte del primo tempo ha subito l’iniziativa del Catania, la cui manovra, con la regia del trequartista piccolo, ex Cremonese e Spezia con 298 presenze in serie B, ha prodotto un gioco corale di buona fattura, ma senza apportare particolari pericoli per la porta rossoblu del Potenza.

Nel primo tempo la squadra potentina di Mister Capuano, in fase offensiva, ha effettuato, dal 31’ fino al 45’, quattro tiri in porta, rispettivamente con Compagnon, Ricci (altissimo il suo tiro), Cianci su punizione e Coccia, con palla sempre fuori dallo specchio della porta avversaria.

Nel secondo tempo la formazione del Potenza è entrata in campo con un altro piglio, tant’è che al 47’ c’è stato lo squillo di Compagnon, il quale, controllando bene il pallone, ha impegnato con un bel tiro il portiere ospite che ha respinto in angolo.

Al 74’ lampo di Cianci con potente tiro dal limite che ha impegnato il portiere Confente, il quale ha respinto nuovamente in angolo.

Azioni di gioco da una parte e l’altra fino al 83’, allorquando il Catania è pervenuto al vantaggio con gol vittoria ancora di Sarao, il quale, a seguito di una punizione calciata dalla tre quarti da Calapai, ha segnato con un magistrale colpo di testa infilando la porta del Potenza alla sinistra di Marcone.

Delusione per il Potenza che nei minuti finali e nel recupero di cinque minuti non è riuscito a pareggiare.

Sugli spalti del Viviani, a fine partita, il quesito dei tifosi è stato il seguente : si salverà il Potenza?

Sicuramente il pareggio avrebbe mosso la classifica, con il Potenza che ha subito la quarta sconfitta di fila, ma che ha disputato una discreta partita.

Ogni partita ha la sua storia, ma possiamo senz’altro dire che la squadra rossoblu non ha sfigurato contro il blasonato ed attrezzato Catania e questo fa ben sperare per il proseguo del campionato.

In evidenza il talentuoso e vivace Compagnon, in prestito dall’Udinese, ed interessante il suo duello con l’esperto terzino del Catania Zanchi.

Naturalmente bisogna sperare nel mercato invernale: si è appreso, infatti, che la Società, unitamente all’allenatore Eziolino Capuano, ha deciso di inserire in rosa quattro nuovi elementi per il rafforzamento della squadra e poter pervenire alla salvezza, oltre che confidare nel minutaggio dei giovani in modo da poter usufruire degli incentivi erogati dalla Lega in un momento tanto difficile a livello economico, causa emergenza Coronavirus.

Una nota di particolare cordialità merita l’ex allenatore Giuseppe Raffaele, il quale in occasione della gara del Viviani ha salutato tutto l’ambiente del Potenza, non dimenticando le due stagioni trascorse nel capoluogo lucano, nelle quali la squadra rossoblu ha sentito il profumo della serie B ad un passo dalla finalissima play-off con il Bari.

Squadra siciliana che, comunque, ha dato una buona impressione, squadra fisica, quadrata in ogni reparto, ben attrezzata con giocatori di esperienza come il fantasista Piccolo, Welbeck, Maldonado, brasiliano di 37 anni ex Fiorentina, Piovanello, ex Bari in serie D e di proprietà del Padova, Izco, argentino ex Cosenza in B e Juve Stabia l’anno scorso in B ed altri.

Prossima partita del Potenza, mercoledi 23 dicembre, in trasferta a Monopoli e chiusura dell’anno 2020.

Ultima partita del girone di andata il 10 gennaio al Viviani contro la Paganese.

FORZA POTENZA !

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Rispondi