PER IL POTENZA CATEGORICO CONSERVARE LA SERIE C

0

ROCCO SABATELLA

Saranno oltre mille i tifosi del Potenza che oggi saranno sugli spalti dello stadio Bonolis di Teramo per sostenere la squadra rossoblù nella gara di andata dei play out. Questo significa che il Potenza giocherà in pratica in casa perché il numero dei tifosi lucani sarà almeno cinque volte superiore a quello dei tifosi del Monterosi. Conquistata la superiorità del tifo, adesso tocca alla squadra fare il massimo in campo per arrivare alla salvezza che è stata mancata in diverse occasioni nelle ultime giornate della stagione regolare e che ha portato il Potenza incredibilmente a dover disputare i play out tra lo sconforto generale di una città che non avrebbe immaginato mai che il campionato potesse avere questo epilogo amaro. Dopo un iniziale pessimismo, susseguente alla partita pareggiata con la Virtus Francavilla, tutti si sono resi conto che non era più il caso di piangersi ancora addosso, ma di creare un clima favorevole alla squadra per metterla nelle migliori condizioni di spirito per affrontare le due gare dei play out, oggi in trasferta e domenica 19 maggio al Viviani. Infatti prima la proprietà ha tenuto a rapporto il gruppo squadra per responsabilizzarlo e stimolarlo al massimo impegno e poi sono stati i gruppi organizzati che la scorsa settimana hanno incontrato la squadra per chiedere l’impresa della salvezza e assicurare il massimo sostegno nelle due partite. E in effetti il clima intorno alla squadra e proprio nel gruppo dei calciatori è passato decisamente al sereno come ha confermato il tecnico De Giorgio nella conferenza stampa pre gara. Ricordato che il Potenza ha il vantaggio di potersi salvare anche con due pareggi per la migliore posizione della classifica, l’intenzione concreta di allenatore e squadra è di mettere una più che seria ipoteca sulla salvezza già nella sfida di oggi a Teramo. In che modo? Andando in campo con il giusto atteggiamento fin dall’inizio di gara e puntando senza mezzi termini a vincere. Bisognerebbe ripetere la prestazione fatta nel primo tempo a Messina con il pressing molto alto, velocità di circolazione palla e movimenti dei giocatori senza pallone altrettanto rapidi. Fare ciò per una ragione molto semplice: il Monterosi è  formazione molto fisica e imponente, motivo per il quale soffrirebbe e non poco la velocità di gioco del Potenza. Un altro aspetto va considerato: il Monterosi ha fatto una rimonta considerevole nel girone di ritorno per arrivare a giocarsi le chances di permanenza nei play out da penultimo. E ha giocato con la mente libera da ogni pressione perché non aveva niente da perdere visto che era già con un piede e mezzo, se non tutti e due, in serie D. Adesso, alla pari del Potenza, i laziali si giocano la serie C in sole due partite e non possono essere spensierati come quando si giocavano, all’arma bianca, il tutto per tutto e c’erano ancora tante gare da disputare. La conferma di come il Potenza vorrà e dovrà affrontare il Monterosi arriva da De Giorgio: “ Andremo a Teramo per vincere pur sapendo che abbiamo a disposizione due sfide per salvarci, ma non faremo calcoli. Il confronto avuto con i tifosi ci ha dato la giusta carica. Ora sappiamo tutti che in questo doppio confronto ci giochiamo una stagione. E’ una sfida contro una squadra strutturata fisicamente con un organico costruito con giocatori esperti e di categoria. Sarà una partita dove l’attenzione dovrà essere totale per non commettere errori. Dovremo essere concentrati, inoltre, sulle palle inattive che gli avversari cercheranno di sfruttare al meglio. A grandi linee dovremo ripetere la stessa gara di Messina ma per novanta minuti con il ritmo sempre alto. La presenza massiccia dei nostri tifosi a Teramo aumenterà il nostro senso di responsabilità per cui siamo pronti a dare il massimo”. Tutti disponibili, ad eccezione dell’infortunato Asencio. Recuperato per la panchina anche Verrengia. Qualche dubbio De Giorgio lo scioglierà poco prima di consegnare la lista all’arbitro. Dovrebbero scendere in campo Alastra in porta, Hristov, Sbraga e Maddaloni o Armini in difesa, Hadziosmanovic e Burgio o Pace esterni, Castorani, Schiattarella e Candellori in mezzo al campo e Di Grazia e Caturano punte. Sulla corda ci sono anche quelli che vanno in panchina perché saranno fondamentali nell’economia dei novanta minuti anche le cinque sostituzioni. Nel Monterosi assente per squalifica il play maker Gori i cui compiti saranno assegnati a Scarsella e in dubbio anche l’attacante Vano. Per i laziali stesso modulo del Potenza con difesa a tre imperniata su Piroli, Mbende e Sini davanti a Forte. Eusepi e Vano o Di Francesco in attacco. Si gioca con inizio alle 18 e la direzione di gara affidata a  Bordin di Bassano del Grappa, Monaco e Parisi gli assistenti, Lovison il quarto uomo, Var sarà Camplone di Pescara e Avar Muto di Torre Annunziata.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi