PICERNO A CATANIA CHIUSO DAL PRONOSTICO

0

rocco sabatella

 

Una sfida, oggi con inizio alle ore 15,  che era inimmaginabile potesse avvenire con una città che è circa 100 volte più grande del paese lucano e che ha una tradizione e un blasone molto elevato nel mondo dei campanili italiani. Per questo il Picerno è molto onorato, come si evince dalle parole del direttore generale Mitro, di poter misurarsi con un avversario cosi importante in un stadio altrettanto prestigioso. Ma questo non vuol dire che la squadra di Giacomarro si accontenti di fare solo una gita in Sicilia. C’è una partita sicuramente difficile da giocare, ma affascinante ed intrigante allo stesso tempo contro un avversario che non se la passa bene in questo inizio di campionato. Le aspettative erano molto diverse per Lodi e compagni, capaci di perdere puntualmente in trasferta da tre giornate, nell’occhio della contestazione dei propri tifosi molto delusi e che si sono salvati da un flop più gigantesco solamente perché sono riusciti a vincere le quattro gare che hanno giocato in casa. Sempre al termine di match molto combattuti e incerti e anche godendo di decisioni arbitrali favorevoli che hanno fatto andare su tutte le furie Virtus Francavilla e Viterbese che si sono sentite defraudate del risultato positivo. Il tecnico dei siciliani Camplone che non riesce ancora a quadrare la squadra, ha attribuito alla gara persa al Viviani contro il Potenza, senza avere avuto mai la possibilità di essere in partita, tutti i problemi mentali che attanagliano i propri uomini e che impediscono loro di poter esprimersi secondo il valore che l’organico siciliano ha. E anche oggi dovrà essere il Catania a dover fare la gara cercando di vincere e allo stesso tempo convincere per tacitare i tifosi che sono sul piede di guerra. Certo non il clima migliore per ripresentarsi al Massimino e fare tutto bene. Il Picerno, chiuso dal pronostico per i differenti valori tecnici tra le due squadre, non ha assolutamente niente da perdere e anzi si presenta in Sicilia con la consapevolezza che ha tutto da guadagnare perché la pressione e sarà davvero tanta, cadrà tutte sulle spalle dei giocatori etnei. E quindi il Picerno deve essere bravo a sapere approfittar degli eventuali problemi psicologici che potrebbe avere il Catania. Diciamo che la chiave di volta starà ancora una volta nell’approccio alla gara che si è dimostrato il vero tallone di Achille del Picerno in tutte le gare di questa prima fase, con la sola eccezione della gara interna con il Bari. Iniziare al meglio ogni gara è davvero fondamentale per la squadra di Giacomarro che deve lavorare sulla mente dei suoi giocatori per eliminare questo difetto che si è dimostrato un vero e proprio handicap come dimostrato con la Vibonese e il Bisceglie, giusto per rimanere agli ultimi due impegni. E l’approccio sarà ancora più importante contro il Catania oggi per due motivi: partire bene significa aumentare la propria fiducia e nel contempo acuire i problemi degli avversari che entrerebbero nella spirale della contestazione continua dei propri tifosi. Sul piano tecnico le differenze ci sono e sono anche molto ampie già in partenza, ma aumentano oggi perché il Picerno è davvero in una fase di pienissima emergenza perché non potrà disporre al Massimino di ben 9 giocatori, di cui sette infortunati, Pane, Calamai, La Vigna, Donnarumma, Soldati, Vanacore e Montagno e i due squalificati Esposito e Santaniello costretti a fermarsi per due gare a causa di irregolarità burocratiche risalenti alla scorsa stagione. Per questo Giacomarro ha potuto convocare solo 19 giocatori compreso l’ultimo acquisto arrivato lunedi scorso: ossia Giusto Priola, difensore centrale di 29 anni con oltre 175 presenze in serie C.  Sono stati recuperati anche Pitarresi e Bertolo. Il tecnico siciliano di Marsala non ha dovuto sprecare troppe parole per presentare la partita odierna: “Sarà una grande emozione e un grande onore giocare in uno stadio cosi importante e glorioso, dove sono passati tanti giocatori importanti. Il Catania ha una squadra stratosferica e sono costruiti per vincere. Ma per noi l’incontro sarà molto stimolante. E’ un peccato presentarci in piena emergenza, ma dobbiamo essere nelle condizioni di superare questo problema con le armi della determinazione e dell’intensità fin dall’inizio. Domenica a Bisceglie abbiamo fatto un’ottima prestazione e siamo tornati a fare risultato. Sarebbe stato bello giocarsela questa partita al completo, ma adesso non è il momento di piangerci addosso e dobbiamo scendere in campo senza condizionamenti per le assenze”.  Per la formazione, sempre disposta con il 3-5-2, non ci sono da risolvere molti dubbi.  Nel senso che Cavagnaro sarà confermato in porta, Caidi, Fontana e Bertolo in difesa, Melli e Guerra saranno gli esterni, Kosovan, Vrdoliak e Pitarresi in mezzo al campo e Nappello e Sparacello gli attaccanti. Arbitrerà l’incontro in programma allo stadio Massimino il signor Monaldi di Macerata.

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento