POLLI BIOLOGICI A VIETRI DI POTENZA, SOSPETTO L’ITER AUTORIZZATIVO

0

Molte perplessità nel merito e alcuni dubbi sulla legittimità dei procedimenti autorizzativi costringono ad aprire gli occhi sull’investimento che si intende realizzare nel comune di Vietri di Potenza, riguardante l’allevamento di polli biologici. I dubbi sulla procedura riguardano l’esclusione del parere regionale legato alla V.Inc.A , la valutazione di incidenza ambientale. Di fatto nella concertazione dei pareri attraverso la procedura telematica, l’interlocuzione sulla vicenda si  restringe al rapporto tra Comune e Provincia di Potenza, nella considerazione che non ci sia bisogno della preventiva autorizzazione regionale. Invece sul piano giuridico, le principali peculiarità della V.inc.A  consistono nell’essere una procedura preventiva, vincolante, di verifica caso per caso, che non prevede soglie di assoggettabilità, elenchi di semplici esclusioni o zone buffer, in assenza di opportune verifiche preliminari.  La procedura di Valutazione di Incidenza si applica  sia agli interventi che ricadono all’interno delle aree Natura 2000 (Siti di Importanza Comunitaria o proposti tali – pSIC, Zone Speciali di Conservazione e Zone di Protezione Speciali), sia a quelli che pur realizzandosi all’esterno, possono comportare ripercussioni sullo stato di conservazione dei valori naturali tutelati nel sito, indipendentemente dalla loro distanza dal sito in questione.  Ebbene , Il sito di progetto è distante 1,5 km da 2 aree ZSC_ZPS:, la prima denominata “FIUME MELANDRO” e, la seconda, denominata “ TUORNO-BOSCO LUCETO”. Si capisce bene come la quantità di rifiuti  ricchi di fosforo e azoto finiscono per riversarsi nel suolo e nelle falde acquifere fino ad interessare il  fiume Melandro tutelato dalla Direttiva Habitat. Nel merito invece le perplessità riguardano la capacità di questo allevamento, e la scelta della razza broiler  che è una razza molto usata per l’allevamento intensivo perché a rapido accerescimento ( vengono macellati dopo 40 giorni) ma che nell’allevamento biologico dovrebbero essere macellati dopo 80 giorni, come per quelli a lento accrescimento, con il risultato di ottenere animali in scarse condizioni di salute. Tanto basta ed avanza affinchè le autorità regionali intervengano per capire se e come evitare situazioni di degrado ambientale e di mancata tutela  di tipo igienico-sanitaria. Ben vengano le iniziative di investimento, ma occhi aperti sulle condizioni necessarie al rispetto della comunità vietrese.L’esperienza della Cip-zoo di Potenza, con le sue emissioni odorigene che ha turbato per anni la vita dei potentini, è qualcosa che dovrebbe svegliare i governanti di questa regione.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi