POTENZA E’ SENZA CUORE

0

Qualunque amministratore che voglia catturare il consenso politico dei cittadini a Potenza, deve mettere al centro del discorso che cosa intende fare per il Centro storico.  A, B, C :  cose concrete e cose che, studiate su esperienze analoghe, possono avere successo.  Dal terremoto , Potenza si è ripresa in tutte le articolazioni, ma non ha né cervello né cuore: il primo se n’è andato appresso alle convenienze di gruppi di pressione, il secondo vive asfittico e incapace di pompare. Le immagini che queste sere di novembre ci trasmettono sono di una desolazione assoluta e  chi si avventura in via Pretoria, ostinato a presidiare quella parte della città che era nobile per vocazione e non per censo, constata che è una zona in via di estinzione, con negozi che se ne vanno e con tipologie di prodotti che non avevano mai osato mettere piede in via Pretoria.  La prima cosa riguarda il modo di arrivare al centro che non può limitarsi ad incentivare l’uso delle scale mobili, o dell’autobus ( tutte soluzioni dimostratesi inefficaci)  ma deve farsi carico di un progetto straordinario di mobilità incentrato sugli ascensori o su un megaparcheggio sotto la piazza Prefettura , dei tipo di quello esistenti e funzionanti a Perugia o ad Assisi. Se si è potuto fare lì, in quella piazza davanti al Santuario, non si vede perchè non si possa fare a Potenza. Questa storia di fare scale mobili o ascensori senza parcheggi è un modo per spendere soldi senza un ritorno vero. Si programmi una grande straordinaria opera che, magari a partire dl livello dell’Ariston a via Mazzini, consenta di realizzare un grande parcheggio sotterraneo, con una sola rampa di salita e di discesa direttamente in un angolo di Piazza Prefettura. E poi si riveda tutto il sistema degli ascensori, e dei trasporti verticali, anche con il coraggio di chiudere le cose che non funzionano in favore di nuovi investimenti. Se con la prossima campagna elettorale non si affronta di petto questo problema, a nulla valgono le cose anche buone che si sono fatte. I cittadini vogliono tornare al centro storico, ma senza alcun disagio e con la piacevolezza di chi a Roma porta la macchina al parcheggio sotto Piazza di Spagna. Basta disarticolare la città: da oggi pensiamo a come far ritornare il sangue al cuore di Potenza. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento