POTENZA E VIRTUS FRANCAVILLA ALL’ULTIMO RESPIRO

0

rocco sabatella

  Anche oggi, nel secondo turno dei play off di girone, inizio alle ore 20,30 allo stadio Viviani,  il Potenza potrà avere, contro la Virtus Francavilla due risultati a disposizione per superare questo turno e qualificarsi per la prima fase dei play off nazionali. Si gioca ancora con la formula della gara secca che assegna alla squadra meglio piazzata nella stagione regolare il passaggio alla fase successiva in caso di vittoria e del pareggio. Non c’è stata molta tensione per questa seconda gara dei play off perché troppo ravvicinata a quella di tre giorni fa. Ma le aspettative generali tra i tifosi rossoblù sono molte elevate. Le distanze, tra i lucani e i pugliesi, sono state abbastanza minime nelle 38 gare giocate e il loro cammino in questa stagione ha molte caratteristiche in comune. Potenza e Virtus Francavilla non hanno cominciato bene il campionato, hanno cambiato gli allenatori e poi nel girone di ritorno si sono scatenate raggiungendo il quinto e il sesto posto finale della graduatoria. Infatti nella classifica dei punti ottenuti nel ritorno i pugliesi sono al secondo posto con 36 alle spalle del Trapani e il Potenza è quarto con 32 punti conquistati. Nello scontro diretto è in vantaggio il Potenza che all’andata, al Viviani, con una delle migliori prestazione  fatte al Viviani superò molto agevolmente la formazione allenata da Trocini con il secco punteggio di 3 a 1. Nel ritorno, sul neutro di Brindisi il Potenza uscì indenne e ottenne un punto prezioso ma in quella sfida dominata dalla Virtus Francavilla il Potenza dimostrò di avere una spiccata attitudine a saper soffrire e ad accontentarsi di un punto che in quella domenica fu il massimo che la squadra di Raffaele potè ottenere. E che poi fece la differenza nel permettere al Potenza di piazzarsi al quinto posto. Di certo la partita di oggi non potrà avere similitudini con quella giocata contro il Rende per una ragione molto semplice.  La Virtus Francavilla ha valori tecnici, fisici e tattici nettamente superiori ai calabresi di Modesto la cui gestione di gara nel suo complesso non ha portato effetti positivi, anche o per meglio dire soprattutto, per la grande prestazione dei rossoblù. Di conseguenza l’atteggiamento della squadra brindisina sarà finalizzato ad ottenere il successo per andare avanti nei play off. E le qualità per fare l’impresa al Viviani ce le ha tutte, come del resto il Potenza che può contare anche sul fattore campo e sul doppio risultato. Una chiave tattica dovrebbe essere rappresentata dalla necessità della Vitus Francavilla di attaccare perché costretta a vincere e di conseguenza concedere più di qualche spazio agli uomini di Raffaele nelle ripartenze. E queste situazioni si potrebbero sicuramente verificare questa sera nel corso dei 90 minuti. Ma allo stesso tempo possiamo senz’altro escludere che il Potenza  possa pensare principalmente a difendersi. Primo perché sappiamo che questo atteggiamento non è nella filosofia calcistica dell’allenatore del Potenza che ha ormai abituato la sua squadra ad essere sempre propositiva e a cercare con tutti i mezzi la vittoria e poi perché con un atteggiamento passivo si rischierebbe di votarsi al suicidio. E certamente Raffaele negli allenamenti di  lunedi e martedì, svolti ancora a porte chiuse per non concedere vantaggi agli avversari, avrà insistito e molto sulla necessità di avere sempre il pallino del gioco tra i piedi, di non abbassarsi troppo e di cercare di rimanere nella metà campo avversaria più tempo possibile. E per fare questo il tecnico del Potenza ha due necessità molto impellenti: aumentare la fisicità della propria squadra per reggere il confronto con i pugliesi sotto questo aspetto e sfruttare la velocità e i ritmi alti quando si è in fase di possesso palla. Come un grosso compito spetterà ai difensori nell’essere sempre sul pezzo per ridurre all’impotenza i due attaccanti Sarao e Partipilo. Ma sarà necessario essere molto attenti e concentrati sulle palle inattive che possono essere considerate un punto di forza della Virtus Francavilla perché i difensori sono molto abili nell’area avversaria a svettare e colpire. A livello di formazione, crediamo fermamente che questa sera Raffaele dovrà sicuramente abbandonare il 3-4-3 per ritornare al 3-5-2 che assicura maggiore equilibrio complessivo e una migliore protezione alla difesa, oltre alla possibilità di attaccare con più frequenza sulle corsie laterali per aggirare la difesa della Virtus Francavilla. Tra l’altro non è sbagliato disporsi a specchio, ossia con lo stesso modulo che usano i pugliesi e che è il marchio di fabbrica dell’allenatore Trocini che lo sta facendo funzionare benissimo come dimostrano i risultati fin qui conseguiti. Ad eccezione di Murano che non è disponibile,  tutti gli altri elementi sono arruolati e convocati. Qualche novità ci sarà nella formazione, rispetto a quella mandata in campo domenica. Confermati i quattro difensori Ioime. Sales, Giosa e Emerson, dovrebbe rientrare Sepe come quinto a sinistra di centrocampo mentre Coppola si sistemerà sull’altra fascia. Nella zona centrale sicuro Dettori mentre Matera, Piccinni, Guaita e Ricci si contendono gli altri due posti. Per il tandem in attacco c Raffaele sceglierà tra Genchi, Longo, Bacio Terracino e Lescano mentre Franca, come Coccia,  andrà in panchina. Al gran completo la Virtus Francavilla con il tecnico Trocini che si affiderà quasi sicuramente agli uomini che hanno battuto la Casertana. Nordi in porta, Tiritiello, Siri e Caporale in difesa, Albertini e Nunzella esterni di centrocampo, Mastropietro, Zenuni e Folorunsho in mezzo al campo e Sarao e Partipilo in attacco. Si annuncia una gara che potrebbe scorrere sul filo dell’equilibrio, molto combattuta, anche un tantino tattica ma con le due formazioni che mirano entrambe a passare il turno e che condividono anche un buon periodo di forma. Come al solito una grossa mano al Potenza la daranno i tifosi pronti a sostenere, come non mai, i propri beniamini contro un avversario scorbutico e con il morale alle stelle. 

 
Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Lascia un Commento