POTENZA, IL PNRR SANA LA CARENZA DI ASILI. CENTO POSTI IN PIU E RETTE RIDOTTE

0

Cinque nuove strutture, 100 posti in più, la Città di Potenza si candida a superare abbondantemente la soglia raccomandata dall’UE del 45% di bambini fino a 3 anni che dovrebbero poter accedere a sistemi di educazione e cura per la prima infanzia, in special modo al servizio di Asili Nido. Ciò, grazie alla possibilità di accesso a interventi strutturali per 3,5 milioni di euro, reperibili attraverso i fondi del PNRR. Questi in sintesi i numeri che riguardano gli Asili nido, illustrati nel corso della conferenza stampa tenuta dal sindaco Mario Guarente e dagli assessori Alessandra Sagarese e Antonio Vigilante. Nel corso dell’incontro con la stampa l’assessore alla Pubblica Istruzione ha avuto modo di evidenziare come “In linea con gli obiettivi dichiarati sin dall’inizio della legislatura, si conferma l’attenzione di questa Amministrazione verso i temi fondamentali che interessano la comunità potentina, primi tra tutti l’attenzione ai più piccoli.

Grazie all’importante lavoro messo in campo dagli uffici comunali e alla cura prestata da parte dell’Amministrazione intera, già dal prossimo anno educativo 2023-2024 i nuclei con minori potranno godere di importanti novità riguardo il servizio di Asilo Nido comunale. In particolare, con la D.G.C. n.30 del 14 febbraio 2023, grazie anche a una ragionata razionalizzazione dei fondi messi a disposizione sul Sistema Integrato di Educazione e Istruzione, dalla nascita fino a sei anni, alle già ingenti risorse rivenienti dal Bilancio comunale, si aggiungono ulteriori somme a disposizione della città, utili per la sostanziale riduzione delle rette, per la fruizione del servizio di Asilo Nido comunale. E’ stata aumentata la fascia di esonero totale la fascia I.S.E.E. di esonero totale passa dall’attuale soglia massima di 5.000 euro, a quella di 8.000 euro, mentre la retta massima per i nuclei che superano un I.S.E.E. di 18.000 euro non sarà più di 327 euro, ma di 160 euro mensili.

Ancora, una peculiare attenzione si è voluta prestare ai criteri di attribuzione dei punteggi per la formulazione della graduatoria di accesso al nido, con riguardo non solo ai lavoratori, ma anche a chi ha perso il lavoro da poco (cosiddetti disoccupati di breve periodo), agli studenti delle Scuole superiori di secondo grado e agli universitari genitori di minori in età 3 – 36 mesi; ai nuclei monogenitoriali, minori riconosciuti da un solo genitore o conviventi con un solo genitore vedovo; ai minori in affido preadottivo, come ai nuclei in cui è già presente un minore iscritto e frequentante il servizio di asilo nido comunale o a quei nuclei che per la prima volta iscrivono al servizio più di un minore. Tra le novità, un’attenzione particolare è stata rivolta anche ai nuclei in cui è presente uno o entrambe i genitori con disabilità certificata o uno o più figli con disabilità.

Importanti novità che si aggiungono a una costante e sempre rinnovata attenzione anche al miglioramento dei livelli di accesso alle informazioni, cosa che è stata possibile anche grazie all’apertura di una sezione dedicata esclusivamente agli Asili Nido comunali sul sito istituzionale dell’Ente. (raggiungibile al seguente https://www.comune.potenza.it/?page_id=54518 ).

Da martedì 23 maggio i nuclei che necessitassero di essere aiutati nella compilazione delle domande, oltre a rivolgersi all’Ufficio Istruzione, già attivo a questo scopo dallo scorso 8 maggio – data di pubblicazione del nuovo Bando per l’a.e.2023-2024 – potranno rivolgersi anche alle numerose Porte Sociali presenti in Città e dislocate sull’intero territorio, i cui riferimenti e contatti sono reperibili nella suddetta sezione del sito internet istituzionale.

Per le novità del nuovo anno educativo, inoltre, non si è voluto sottovalutare neanche il valore della sensibilizzazione sul tema dei servizi all’infanzia e degli Asili Nido in particolare. E’ la ragione per cui a breve saranno messi a disposizione delle numerose Scuole di Fumetto presenti in Città, risorse per complessivi 4.000 euro da destinarsi alla realizzazione di fumetti nei quali due protagonisti d’onore – Leoncina e Leoncino – viaggeranno nel mondo degli Asili Nido, appunto.

Si tratta del raggiungimento di un obiettivo di grande rilievo che ci compensa dei numerosi sforzi fino qui prodotti, e che rende merito alla passione fino a oggi dimostrata dall’Amministrazione tutta. Uno sforzo e tanti risultati importanti, a cui si aggiunge il lavoro portato avanti dall’Ufficio Edilizia Scolastica guidato dall’assessore Vigilante” ha concluso la Sagarese.

E proprio l’assessore Vigilante ha evidenziato che “la Città di Potenza potrà disporre di ulteriori quattro strutture dedicate al servizio di Asilo Nido comunale, che si aggiungono alle quattro esistenti (via Adriatico, via Ionio, via Perugia e via Torraca, portando così Potenza dall’attuale disponibilità di 190 posti a circa 300 posti complessivi in Asili Nido comunali entro l’anno educativo 2024-2025, risultato di un lavoro di squadra che ha permesso di accedere a fondamentali risorse sul PNNR e che porterà la Città di Potenza a essere tra le prime che ambiscono a diventare polo per i servizi all’infanzia. Nell’incentivo alla natalità ci crediamo e lo dimostriamo con atti concreti”.

“Mi piace ricordare – ha dichiarato il Sindaco – il lavoro ininterrotto che i due assessorati, uffici e assessori, hanno portato avanti, impegno che proseguirà nei prossimi mesi, e che ci ha consentito di essere tra le prime città in Italia sia per tempi, sia per capacità di spesa dei fondi PNRR per quanto riguarda l’edilizia scolastica. Dimezzare le rette per chi ha Isee che superano i 18.000 euro, aumentare considerevolmente la soglia di esenzione, aumentare di più di un terzo i posti a disposizione, riteniamo sia il modo migliore per rispondere con i fatti alle esigenze dei nostri concittadini. Non ci fermeremo qui, ma il nostro obiettivo finale per quanto riguarda gli asili nido, è di garantire il servizio gratis per tutti”.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi