Prospettive piovose…..

0

Ernesto Piragine

La prossima settimana vedrà un’alternanza di perturbazioni atlantiche che localizzeranno maggiormente  le loro precipitazioni sul settore occidentale della penisola. Le stesse avranno almeno il merito di cercare di azzerare il deficit pluviometrico che negli scorsi mesi ha creato non poche difficoltà  non solo all’agricoltura ma anche alla popolazione con i razionamenti dell’acqua potabile. Le temperature non saranno di certo fredde se non qualche grado in meno nei passaggi perturbati, così che le eventuali nevicate si manifesteranno soltanto a quote alte.

La cartina sottostante, ci mostra come l’Europa e l’Italia saranno interessate da una serie di perturbazioni piovose causate dalla vasta zona ciclonica presente ad ovest del continente.

Il tempo sulla Basilicata , almeno fino a giovedì, non avrà sorte diversa. Tutta la Regione, infatti, sarà raggiunta in rapida successione da perturbazioni provenienti dall’Atlantico che dispenseranno piogge soprattutto sulle zone tirreniche particolarmente esposte a questo tipo di circolazione. Questa diffusa instabilità sarà racchiusa in un contesto termico non freddo, con le temperature che nei momenti soleggiati saranno anche miti. Come dicevo in precedenza le piogge cadranno su tutta la Regione ma localmente sul Lagonegrese e la val d’Agri potrebbero risultare abbondanti.  La neve cadrà soltanto sulle cime più alte dei massicci del Pollino e del Sirino a partire dai 1600 metri. I venti soffieranno tra moderati e forti dai quadranti occidentali ed i mari risulteranno mossi o molto mossi ovunque.

 

Segnali di primavera si intravedono per il prossimo fine settimana, ma di questo ne riparleremo prossimamente.

Share.

Sull'Autore

Ernesto Piragine

Lascia un Commento