DOMENICO FRIOLO: “QUANDO SI SVEGLIERA'”

0

QUANDO SI SVEGLIERAInternet  ha reso il mondo più piccolo e, rendendolo tale, ha consentito alla gente di ritrovarsi, di riscoprire radici comuni, di ricordare, di riprendere discorsi interrotti. Come succedeva agli emigranti che arrivavano a New York o a buenos Aires, o in Belgio e che sentendo un dialetto appena comprensibile si sentiva incoraggiato a chiede di dove fosse. Questa poesia di Domenico Friolo ha misteriosamente varcato l’oceano ed è tornata con la forza di un’eco moltiplicata dai tanti “ mi piace”, da tanti commenti. Florida,Lousiana, California, e poi Argentina, Venezuela.  E questo vento di ritorno dice che anche lì avvertono come sta cambiando  in peggio la Basilicata dopo la violenza di una estrazione selvaggia, dove gli affari hanno avuto la meglio sul rispetto dei territori e della gente lucana. Speriamo solo che questa poesia del 2014, che riproponiamo, chiuda veramente con un passato ed apra una pagina nuova, di trasparenza, di osservanza delle regole, di autentica e fiera difesa dell’integrita di una terra. Questo hanno detto  le tante Gabriella, Cristina, Walter, Marisa, Beatrix, Joseph, Anna, che leggono sanno e diffondono lì dove c’è l’altra metà della Lucania.

 QUANDO SI SVEGLIERA`
Cala la notte
sulla terra del silenzio
dove la purezza
dolce e selvaggia
lascia il passo
a putride discariche: 
nocivi inquinamenti,
in declivi radiosi.
Uomini assenti
con braccia inutili
donne vinte
senza più lacrime.
Il giovane sogna,
si affida alla sorte,
parte con occhi cechi,
Come il vecchio, maturo
ingegnere, mai domo
ne vinto, eppur perdente.
Non è la sorte a decidere,
nel silenzio lucano 
ma un perpetrato delitto.
Se ne ode l’eco in sordina
con inevitabili seduzioni.
Non vale lingua ciarliera
che grida sicura veritiera 
lo spasmo della terra,
che si fa lieve, morente.
L’ assassino ha guidato
con astuzia gli scacchi, 
ha avuto buon gioco,
Non ha trovato avversari.
Nelle silenziose distese, 
giace assopito il lucano.
Quando si sveglierà,
sarà già morto.

by Domenico Friolo

Condividi

Sull' Autore

Domenico Friolo

Domenico Friolo...

Rispondi