RAGNO: “ A CAVA PER PUNTARE AL SUCCESSO”

0

rocco sabatella

 

Adesso si fa molto sul serio. Per tutta una serie di motivi dai quali non si può assolutamente derogare. Il primo dei motivi è costituito dalla considerazione che il Potenza, dopo l’ultimo colpo di mercato effettuato a Milano dal presidente Caiata che, con grande tenacia e senza arrendersi mai, è riuscito nell’intento di portare in maglia rossoblù il brasiliano Carlos Franca che era il suo obiettivo numero uno, si può annoverare senza se e senza ma come una delle favorite per la vittoria finale del campionato. Al pari del Cerignola e del Taranto. Ovviamente sarà, come al solito, il campo a stabilire gli esatti valori del Potenza e di tutti i suoi avversari. Ma le premesse perché il Potenza diventi da subito un protagonista assoluto del girone H ci sono tutte e questo va ascritto agli indubbi meriti del presidente Caiata che ha messo su una corazzata affidata a Ragno, oltre ad aver dato alla società Potenza un’organizzazione complessiva di primo livello. Ed è questa la vera garanzia perché si possa sperare in una stagione  di grande successi. E’ finito il tempo delle gare amichevoli che hanno accompagnato il percorso intrapreso il 25 luglio scorso. E che per la verità non sono stati test attendibili con le quali misurare la vera forza del Potenza, le sue ambizioni e perché no anche il lavoro di Ragno e del suo staff tecnico. Adesso si gioca per i tre punti. A Cava dei Tirreni sarà fondamentale partire con il piede giusto e per questo occorrerà in campo una squadra assai diversa, nell’atteggiamento e nel proporre gioco, da quelle che i tifosi hanno visto nella fase della preparazione. Il tecnico Ragno è molto fiducioso sulle possibilità della suo gruppo di ben figurare nella  prima delle sette trasferte che bisogna fare in Campania.” In questa settimana abbiamo lavorato molto bene, e ho visto tutti ottimamente disposti a cambiare passo per cui resto ottimista per il buon esito della partita. Anche se affrontiamo un avversario che, anche se partito un po’ in ritardo nel costruire l’organico e nel cominciare la stagione, dispone di un ottimo organico ben guidato da un tecnico esperto come Bitetto e che dobbiamo affrontare con la giusta determinazione e con il massimo della concentrazione. Andremo a Cava con il proposito di puntare ai tre punti perché questo dovrà essere il proposito del Potenza contro qualsiasi avversario.  Chi mi conosce sa perfettamente che le mie squadre puntano sempre al massimo in ogni gara e la scorsa stagione ne è un’esatta testimonianza visto che in 17 trasferte abbiamo ottenuto ben 11 vittorie”. Tra l’altro Ragno è apparso molto contento per il colpo messo a segno dal presidente Caiata a Milano nell’assicurarsi uno dei più prolifici attaccanti della serie D. Cosa che ha fatto schizzare in alto le possibilità dei rossoblù di poter recitare un ruolo di primissimo piano. “ Il suo curriculum parla da solo- aggiunge Ragno- perché ci troviamo di fronte ad un giocatore di grandissimo livello che può spostare, insieme ai compagni, gli equilibri del campionato. Il fatto che Franca sia un mancino naturale e l’unico del nostro parco attaccanti ci consentirà di avere indubbi vantaggi nella preparazione degli schemi offensivi perché abbiamo la possibilità di creare soluzioni più efficaci in attacco. Sono sicuro che il girone H sia in assoluto il più difficile ed anche il più equilibrato perché ogni partita sarà sempre una battaglia e difficilmente si possono trovare squadre materasso. Anche nella lotta per il vertice la presenza di tante formazioni costruite per vincere molto probabilmente renderà la lotta per il primo posto incerta fino all’ultima giornata. Ho scelto Potenza e lo ripeto fino alla noia perché è una piazza che mi ha sempre affascinato e che ha suscitato sempre il mio interesse. Sarà molto importante, oserei dire fondamentale, il grande entusiasmo dei tifosi che so che ci seguiranno  numerosi in questa prima trasferta a Cava dei Tirreni”. Questa è un’altra ragione per la quale sarà importante partire con un risultato positivo contro la squadra di Bitetto. In questo modo l’entusiasmo in città che è già molto alto, aumenterebbe in modo esponenziale al punto che  non sarebbe utopia ipotizzare un Viviani pieno in occasione della prima gara interna del 10 settembre contro il Gragnano. Ovviamente Ragno non ha comunicato e non lo farà  mai alla vigilia la formazione che presenterà al Simonetta Lamberti di Cava dei Tirreni.  Saranno 21 i convocati compreso anche il giovane portiere canadese, con passaporto norvegese, classe 98 Sebastian Breza ottenuto  dal Monopoli che non gli ha fatto sottoscrivere il contratto da professionista e che si è già aggregato ai nuovi compagni.  Peppe Catalano ha già tratto una buona impressione dal ragazzo che dispone di un fisico di tutto rispetto dall’alto dei suoi 197 centimentri di altezza. Oltre ad aver mostrato anche una ottima base tecnica per il ruolo che ricopre, Circostanza confermata anche da Manno, esterno alto del 99 che con Breza ha giocato l’anno scorso nella primavera del Palermo. Detto che a Cava saranno assenti Ungaro perchè squalificato, Guadalupi per motivi regolamentari, l’ucraino Briukhov con la nazionale under 21 del suo  paese, il giovane Russo per infortunio e Franca che arriverà a Potenza martedi per svolgere il primo allenamento e che potrà esordire nel Potenza nella quarta giornata del campionato quando al Viviani arriverà il Manfredonia, possiamo ipotizzare quale potrebbe essere l’undici che Ragno manderà in campo con il modulo 4-4-2. Mazzoleni tra i pali, difesa con Biancola e Panico sugli esterni e la coppia Sicignano-Bertolo al centro,  Guaita e Manno come esterni alti, Diop ed Esposito centrocampisti e in attacco Siclari ed uno tra Berardino, Di Senso e Pepe con il primo favorito. Tutti gli altri, meno uno dei tre portieri, in panchina pronti a sfruttare la possibilità delle 5 sostituzioni che sono state introdotte da questa stagione. Sul fronte tifosi da dire che non saranno meno di 300  i potentini che seguiranno la squadra a Cava dei Tirreni.   

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi