RIFIUTI A POTENZA, IL SERVIZIO ARRETRA A VISTA D’OCCHIO

0

Le difficoltà della raccolta dei rifiuti a Potenza non derivano dalla mancata approvazione del Piano, il cui varo slitta alla prossima seduta del Consiglio comunale. Ci sono purtroppo problemi che non si risolvono con il nuovo Piano, perchè sono strutturali e attengono a difficoltà che l’emergenza pandemia ha provocato e che né Governo né Regione hanno sinora risolto. I problemi strutturali nascono innanzitutto dalla diversa composizione  del mix contributivo relativo alla tassa dei rifiuti, con il grosso della raccolta che si fa proprio con le categorie imprenditoriali, ristoranti, bar, negozi i quali tutti insieme pagano quasi il 45 per cento dell’intero ammontare. Logico che con la pandemia non solo non si sono avuti rifiuti ma non si è potuto neanche chiedere ai commercianti il ristoro della tassa, per non rischiaRE una mezza rivoluzione. Eppure , essendo per statuto, stabilito che l’Acta può finanziarsi solo con i tributi del servizio, è evidente che se non c’è un ristoro preciso di quella parte non incassata ,si entra in una spirale debitoria in cui effetti già li stiamo vedendo, con ditte che si astengono dal prestare la loro opera in attesa di essere pagate e con un servizio che arretra vistosamente  sotto la spinta di molti fattori che vanno dalla raccolta a singhiozzo, all’inciviltà di molti utenti, alla mancata vigilanza. Sia come sia, dalla precedente amministrazione a quella nuova il servizio è vistosamente peggiorato e le risposte della politica sono state complessivamente dilatorie.  Ci sono problemi di organizzazione che in due anni non sono stati affrontati, vedi l’apertura delle treisole ecologiche promesse, a cominciare da quella sotto il nodo complesso che è attrezzata ed ultimata e che non si capisce perchè non entra in funzione. Così’ come nulla si sa sulla realizzazione dell’impianto di trattamento dei rifiuti organici che pure era stato inserito tra le voci di reddito da parte del sistema  potentino dei rifiuti. L’impressione è che , rispetto alla precedente consiliatura, si parli di più e si agisca di meno e che manca una figura come l’ex assessore Coviello, onnipresente, capace di risolvere piccole e grandi questioni con il garbo e la pazienza, oltre che con una presenza indiscussa a fianco dell’Acta. Per evitare di fare passi indietro, sono necessarie due cose: un intervento concertato col Governo per ristorare i Comuni dei mancati introiti da parte delle categorie commerciali esentate dal pagamento delle tasse  ( e quindi anche dei tributi comunali) , un anticipo da parte della regione per la parte che riguarda questa quota di ristoro delle spese di un servizio che, anche se ha funzionato a scartamento ridotto per la chiusura delle attività, comunque non si è potuto fermare.  Rimettiamo i conti in ordine  e lavoriamo un po’ meglio, perchè la città su questo problema non vuole fare passi indietro. E quanto alla inciviltà di molti utenti, rimane sempre il grande problema che senza delle massicce  operazioni di vigilanza , con  multe esemplari, l’andazzo non cambia, Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi