RIFUGIATI , IN BASILICATA C’E’ UNA POLITICA

0

Adesso anche il Governo si è convinto che la sola strategia utile per gestire il flusso di migranti richiedenti asilo politico è quella dell’accoglienza diffusa in tutti i Comuni piccoli e grandi. Non solo per un problema di equità e di proporzionalità ma soprattutto per accompagnare alla fase dell’accoglienza quella della possibile integrazione. C’è un passo ancora da fare ed è quello di utilizzare il sistema dei voucher per l’avviamento a lavori marginali ma in chiaro, combattendo così il lavoro nero ed il caporalato che impoveriscono le comunità per arricchire delinquenze organizzate. La Basilicata è stata la prima a credere in questo sistema di distribuzione logica del numero dei migranti, ma in questi ultimi tempi grazie ad una operatività condivisa tra Regione  e Prefettura le decisioni hanno coinvolto tantissimi comuni e tanti imprenditori , grandi e piccoli,del terzo settore.  Fa la parte del leone ,in questa assegnazione, la Global service con i suoi 98 posti a Potenza, 50 a Melfi, 30 a Pignola  e scendendo scendendo a Balvano, Gallicchio,Satriano,Baragiano,Cancellara, Brindisi, Brienza,Sasso di castalda,Savoia di Lucania, Titpo, Trivigno. In tutto m399 migranti ad un costo di 30 procapite Iva esclusa. E poi 86 alla Multiservice per Rionero, Corleto,Ruoti e Tito, 37 alla RTI , 20 alla Manteca PER Acerenza, 20 alla SSI per San fele, 38 alla Senis Hospes per Chiaromonte e Senise, 10 alla Solidarietà per il comune di melfi. In questa maniera 530 rifugiati  hanno trovato sistemazione e si vanno aggiungere agli altri che già avevano aperto questa strada. La strada della gara aperta a più realtà imprenditoriali e della diffusione nel territorio regionale è quella giusta, anche se non bisogna nascondere che il vero problema è come fare uscire questa manodopera dalla pura assistenza e farne uno strumento per migliorare le cose. Bisognerà inventarsi qualcosa che utilizzando il minor costo della manodopera, attrezzi forza lavoro per l’agricoltura, i servizi di raccolta e le opere di manutenzione delle città. Ci sono lavori che i nostri giovani non fanno e bisogna organizzare il sistema per attivare queste energie con reciproca utilità. In ogni caso ha fatto bene Simonetti, che in queste cose è veramente uno che si spende, a dire pubblicamente che quello che sinora si è mosso nel settore si è mosso nella giusta direzione, dando un esempio positivo a tutto il paese. Non una semplice mozione di disponibilità, ma un modus operandi che costituisce un laboratorio per il nostro Paese, che invecchia, che non fa figli, e che deve passare per una nuova inclusione di razze e di popoli.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento