SILVANA ARBIA , UNA GRANDE LUCANA

0

 

“Ho l’onore e il privilegio di annunciare la conferma della mia candidatura a Presidente della Regione Basilicata”. Lo ha annunciato, in un comunicato, Silvana Arbia, “responsabile della forza politica Sms, Stato moderno solidale

Io ho avuto la fortuna  di conoscerla e dal salotto di casa sua, la bella Senise, ti catapulta nel mondo e non puoi non rimanerne affascinata mentre con fermezza e garbo parla della lotta alle mafie intellettuali e della meritocrazia e del dovere che abbiamo di ridare dignità agli uomini. L’Arabia la descrive come  una sfida epocale, dato il radicamento e l’influenza di forze politiche che hanno per anni dominato e umiliato questa regione. È  tempo di cambiare le sorti della nostra terra e chi se non Silvana Arbia?

Chi se non lei? Silvana,ex magistrato della Corte d’Appello di Milano ed ex Registrar della Corte penale internazionale, nata a Senise è tornata in Basilicata e da questa regione “faro dell’Italia” é partito il progetto politico del Laboratorio SMS (Stato Moderno Solidale), con un programma articolato che pone al centro la persona, i suoi diritti, la sua dignità ,spesso o quasi sempre, calpestati “dall’aggressivo dominio dello stato di mercato, la cui finalità  è quella di ridurre i cittadini a sudditi e semplici consumatori”.

Diritto, la parola chiave intorno alla quale si sviluppa la proposta politica di Stato Moderno Solidale: diritto al lavoro, ad un ambiente non svenduto, al riconoscimento di competenze,diritto ad una agricoltura che possa diventare volano di sviluppo,diritto ad una gestione meno deprimente dell’emergenza immigrazione, pari dignità sociale, centralità della risorsa umana contro interessi, sopraffazioni economiche e politiche.

Ha studiato a Padova Giurisprudenza e nel frattempo ha studiato per il concorso in Magistratura e ce l’ha fatta.

Pretore prima a Venezia, poi a Roma, Giudice alla Corte d’Appello di Milano, fino alla Prima Sezione Penale specializzata in processi di crimine organizzato e crimini contro abusi su minori.

Il giudice Arbia ha fatto parte del tribunale internazionale per il Ruanda: in quell’ambito ha esercitato le funzioni di procuratore per i genocidi avvenuti nel 1994.  

 Silvana Arbia è una donna abituata a “mettere la corda sempre più in alto”. E a superarla. Oggi è a capo della Cancelleria della Corte Penale internazionale dell’Aia.

Silvana, costretta ad andare a studiare e lavorare fuori , si sente legata alla sua terra d’origine più di quelli che coraggiosamente o pigramente ci sono sempre vissuti. 

La Basilicata é un luogo che stranieri definiscono un sogno, e che imprese multinazionali vedono come un’opportunità di lucro enorme e, mentre noi lucani giochiamo a tirarci le pietre a diffidare gli uni degli altri,afferma l’Arbia, intanto ci sfugge un’opportunità unica e irrepetibile: fare della nostra regione un modello di sviluppo moderno, esportabile e attraente.NON SIAMO NOSTALGICI; SIAMO RISERVISTI E CI ARRUOLIAMO PER LA MADRE DI TUTTE LE BATTAGLIE: STRAPPARE ALLA MORTE MATERIALE E MORALE LA BASILICATA.”

ARTICOLO DI MARGHERITA LOPERGOLO

 

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento