SPAREGGIO PLAY OFF PER IL POTENZA CONTRO IL RENDE

0

rocco sabatella

 

La partita di oggi pomeriggio al Viviani, inizio ore 16,30, contro il Rende è un vero e proprio spareggio in ottica griglia dei play off. E’ un’occasione più unica che rara per i rossoblù che, in caso di successo, scavalcherebbero in classifica il Rende e guadagnerebbero una posizione passando dal decimo al nono posto. Un ulteriore vantaggio sui calabresi sarebbe rappresentato dalla circostanza che il Potenza, rispetto al Rende, deve giocare una partita in più. Il morale e la condizione complessiva del gruppo rossoblù è buonissima dopo il filotto di risultati positivi cominciati con il pareggio di Monopoli, la grande prestazione con la capolista Juve Stabia, la vittoria con remuntada a Pagani e poi mercoledi scorso la vittoria ai rigori ai danni del Monopoli che hanno portato il Potenza ai quarti di finale della Coppa Italia nei quali incrocerà il Trapani. La prossima settimana sarà effettuato il sorteggio per stabilire chi tra lucani e siciliani dovrà giocare il casa. Sulla carta la gara con il Rende sembrerebbe molto abbordabile considerando il momento, estremamente negativo, che attraversa la formazione calabrese allenata da Modesto che viene da ben cinque sconfitte consecutive. Ma queste sono le partite più difficili da affrontare perché si corre il rischio inconscio di credere che conquistare i tre punti sia molto facile e scontato. Ma non è assolutamente così. Perchè è vero che il Rende perde sistematicamente da cinque giornate, ma è altrettanto cero che nel corso delle ultime due gare il Rende ha dato dimostrazione di grande vitalità. E Raffaele proprio questo ha sottolineato in conferenza stampa pre gara: “ non ci dobbiamo fare ingannare dalle sconfitte e in particolare dalle ultime due del Rende che ha messo in chiara difficoltà prima il Catania e poi la capolista Juve Stabia e avrebbe meritato molto di più al fischio finale. Segnale che i nostri avversari sono sicuramente vivi e quindi ci aspetta una partita molto impegnativa. Ma noi adesso stiamo attraversando un ottimo periodo sotto l’aspetto psicologico, sul piano delle prestazioni e  dei risultati. Per di più abbiamo tutti disponibili anche se siamo reduci dalle fatiche sostenute a Pagani su un campo pesante e mercoledi in coppa Italia . Comunque saremo in grado di presentare una formazione molto competitiva e in grado di puntare ai tre punti. E’ chiaro che, per centrare l’obiettivo, dobbiamo entrare in campo molto determinati e concentrati a mettere in atto quello che abbiamo preparato. Il mese di febbraio per noi può essere un ottimo trampolino per dare più sostanza alla nostra classifica in modo che in futuro ci possiamo togliere anche altre belle soddisfazioni. Indipendentemente dal momento che stanno attraversando i nostri avversari, io ripongo molta fiducia nella mia squadra che mi sta seguendo con grande attenzione e in campo sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per continuare la striscia positiva”. Per quanto riguarda la formazione che affronterà il Rende, Raffaele ritornerà più o meno quella che si può considerare la più affidabile anche se le tante alternative di cui dispone gli possono consentire un turn over molto importante e ragionato che lascia inalterata la qualità complessiva del gioco e del rendimento. E anche in considerazione del fatto che giovedì prossimo il Potenza dovrà ritornare di nuovo in campo per l’ultimo turno infrasettimanale della stagione per quanto riguarda il campionato, Raffaele  dovrà valutare tante situazioni attinenti al recupero delle energie dopo due partite in quattro giorni. Se vogliamo fidarci di quello che abbiamo visto nella partitella fatta disputare venerdi scorso, potremmo ipotizzare uno schieramento, con il 3-5-2,  che prevede Ioime in porta, anche se cominciano a salire le quotazioni di Breza per un suo utilizzo anche in campionato,  difesa a tre con Di Somma, Giosa ed Emerson, Coccia e Sepe sulle corsie esterne, Guaita, Coppola e Ricci a centrocampo e in attacco Franca affiancato da Facundo Lescano. Una soluzione, quella del doppio centravanti, sperimentata già a Pagani e contro il Monopoli in coppa Italia e che ha dato ottimi frutti. Dovrebbe andare in panchina Ciccio Dettori  che ha giocato quasi tutti i 120 minuti mercoledi scorso per essere pronto in caso di necessità oggi  e poi in condizioni ottimali per riprendere il suo posto a Reggio Calabria. Tra l’altro Raffaele ha provato anche soluzioni tattiche diverse che possono venire buone per oggi. Soprattutto nella fase difensiva per la quale ha previsto la possibilità di passare al 4-4-2 con Coccia che scalerebbe in difesa e Guaita che andrebbe a posizionarsi davanti a lui e la stessa cosa succederebbe in difesa con Emerson dietro e Sepe sulla linea dei centrocampisti.  Nel Rende in campo dal primo minuto l’attaccante Maikol Negro, finalmente guarito da un lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per un girone intero visto che giocò contro il Potenza nella gara di andata vinta dai rossoblù con la doppietta di Franca. Incerta la presenza del centrocampista Awua, classe 98, che non si sta esprimendo agli alti livelli del girone di andata perché frastornato dalle voci di mercato che sono circolatre intorno a lui nel mese di gennaio e anche adesso. Per il resto in campo gli altri giovani che probabilmente, rispetto al girone di andata in cui sono andati a mille dando tanti punti al Rende, in questo periodo hanno accusato un po’ di stanchezza e anche giustificabile mancanza di esperienza che possono spiegare questa serie negativa.     

 

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Lascia un Commento