SUL FRONTE POTENZA ANCORA NESSUNA NOVITA’

0

ROCCO SABATELLA

Quasi sicuramente nella prossima settimana sarà alzato il sipario sulla nuova stagione del Potenza. E, ovviamente, sarà Nicola Macchia, nominato plenipotenziario dell’area tecnica dal padre, a svelare le novità sulla prossima stagione che tutti i tifosi si augurano decisamente migliore di quella appena passata. Si saprà finalmente chi sarà il nuovo direttore sportivo che prenderà il posto di Varrà, quale sarà il budget economico per il prossimo campionato, come verrà strutturato il nuovo organico da affidare al confermato tecnico De Giorgio. Ma altre novità su una possibile riorganizzazione societaria che prevede, al suo interno, una maggiore presenza di esponenti del territorio regionale, sono all’orizzonte. La conferma è arrivata dal presidente Macchia che ha parlato nella trasmissione sportiva della sua emittente. Per la verità ci si aspettava che il presidente potesse fare qualche rivelazione. Invece gli argomenti trattati sono stati, per la verità, tutti vecchi e conosciuti, più o meno, dalla maggioranza dei tifosi. Solo un aspetto e non di natura sportiva ha avuto il sapore di novità. Quando il presidente, parlando delle elezioni per il nuovo sindaco e il Consiglio Comunale di Potenza, ha confermato di essere rimasto nel perimetro del centrosinistra contrariamente alle notizie circolate dopo le elezioni regionali di un suo probabile abbandono dell’esperienza messa su, insieme all’ex presidente del Potenza Chiorazzo, con la creazione del movimento politico Casa Comune presente anche nelle elezioni comunali di domenica prossima. Hanno fatto scalpore le parole di Macchia su Caturano e sul suo errore di non aver ascoltato il figlio Nicola e l’ex ds Varrà che erano favorevoli alla cessione del capitano al Benevento. Idea, peraltro, già espressa in altre conferenze stampa quando si è spinto a quantificare anche la perdita economica subita per non aver ceduto Caturano. Non siamo d’accordo con il presidente Macchia quando ha detto che il rendimento dell’attaccante napoletano è stato, nella passata stagione, molto al disotto delle aspettative. Non è stato solo Caturano, che pure ha fatto 12 reti decisive per salvare la categoria a deludere, ma tre allenatori non sono stati in grado di far esprimere al meglio il gruppo dei giocatori a loro disposizione e non hanno creato  le condizioni perché Caturano potesse ripetere, in termini di reti, il suo primo campionato con la maglia rossoblù. Se, invece il riferimento del Presidente era al comportamento non irreprensibile di Caturano sul piano disciplinare compreso l’ultimo spiacevole episodio ed usiamo un eufemismo accaduto in un locale di Potenza dopo la partita di ritorno con il Monterosi che ha sancito la salvezza, allora concordiamo che il tempo di Caturano a Potenza è finito. Fondamentale che degli errori commessi nella stagione appena conclusa si faccia tesoro e ci si proietti ad un futuro molto roseo per la società rossoblù che ha le sue solide certezze nell’affidabilità e nella solidità economica del Gruppo Macchia che ha tutta l’intenzione di far crescere il brand Potenza che in soli due anni viene già additato come esempio da seguire nel mondo del calcio. Rimane sempre forte la progettualità sulle strutture e in primis sul Viviani della proprietà che aspetta dalla prossima amministrazione comunale la convenzione pluriennale per mettere mano all’adeguamento dello stadio Viviani. La delusione per la stagione passata ha stimolato ancora di più la proprietà ad avere un maggiore attaccamento al Potenza per portarlo ancora più in alto. Adesso sarà importante fare la scelta giusta per il nuovo direttore sportivo dal quale possono dipendere, in buona parte, anche i prossimi successi in campo sportivo. Ha perfettamente ragione Donato Macchia quando dice che solo chi opera commette errori che devono essere ridotti al minimo da subito. Ma la fiducia di tutto l’ambiente che circonda il Potenza è davvero tanta per il futuro prossimo anche perché è, onestamente, impossibile fare peggio della stagione appena conclusasi. 
Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi