VIA LIBERA ALLA GALLERIA DI PAZZANO, UN’OPERA STORICA PER IL TERRITORIO BRADANICO

0

Tra qualche anno per andare a Bari ci vorrà, per i potentini, appena un’ora, esattamente come andare a Foggia. Un risparmio di venti minuti che renderà inutile il passaggio per Matera , attraverso l’utilizzazione del tratto Tolve,bivio Oppido, Gravina, Altamura. Un’opera inserita nel DEF e che ieri ha visto l’approvazione del progetto principale , un percorso di 19 chilometri che comprende la galleria di Pazzano, un’opera veramente importante , capace di mettere in rapido collegamento il capoluogo della Basilicata con l’area Bradanica, un vasto territorio produttivo dal punto di vista dell’agricoltura e che finora era rimasto sostanzialmente isolato rispetto alla viabilità principale, sia ferroviaria che stradale. Il Consiglio superiore dei lavori Pubblici ha dato l’ok allo stralcio della Galleria e più precisamente al quarto tratto che va dalla zona industriale di Vaglio,  svincolo basentana, alla provinciale di Oppido Lucano e da qui, alla statale 96 in un percorso agevole che comunque va consolidato e ristrutturato fino a Gravina di Puglia e ad Altamura, per poi prendere il nuovo tratto autostradale per Bari. Il costo complessivo dell’opera è di 418 milioni, inserito nel Documento di economia e finanza del 2022 già dall’ex Governo Draghi. Adesso, si va spediti verso il progetto esecutivo e la successiva messa a bando dell’opera. Soddisfazione viene espressa dal Sindaco di vaglio ed ex senatore, PASQUALE PEPE, cui si deve molto per l’accelerazione dell’iter di approvazione del progetto di massima: è un’opera storica ,- dice-che si pone come essenziale leva di sviluppo dell’intero territorio bradanico.Guardando al progetto complessivo , che è di quasi 60 chilometri,l’opera prioritaria , e la più importante, è sicuramente quella che riguarda il primo tronco e cioè la galleria, la cui costruzione evita il lungo e tortuoso tragitto per arrivare alla 96 bis, ostico soprattutto in inverno con il ghiaccio ad ogni curva . Fatti questi diciannove chilometri, il resto va in discesa perché la 96 bis, pu necessitando di modifiche e di adeguamenti, è già da oggi agevolmente percorribile, priva di curve e tale da consentire un agile scorrimento.  Insomma sulle infrastrutture si fa sul serio. Saurina a parte, che è la grande dimenticata dei governoiregionali succedutisi sino ad oggi. ROCCO ROSA

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi