ZONA VIVIANI

0

 

Giovanni Vaccaro

 

França? Autogol? Poco importa, fatto sta che per la terza volta in campionato, il Potenza riesce a conquistare la vittoria in casa al fotofinish con grande gioia per i tifosi rossoblù, ma anche grande apprensione durante la gara. Se dal punto di vista del punteggio il Potenza vola (sono 36 punti con media di 2.12punti/partita), continua a “zoppicare” quando c’è da punire l’avversario, perché con i suoi 22 gol fatti (media 1.29gol/partita) l’attacco rossoblù risulta 11° in campionato al pari della Virtus Francavilla, e meglio solo di Teramo e delle squadre che lottano per non retrocedere. La difesa, invece, resta al secondo posto con 11 reti al passivo (media 0.65gol/partita) peggio solo della Reggina.

A questo punto, però è necessario sottolineare un altro dato che sta diventando ricorrente: il Potenza ha problemi a segnare in casa. Infatti, in casa sono arrivati solo 9 gol contro i 13 siglati in trasferta. E considerando le ultime 5 gare casalinghe, sono arrivati solo 3 gol che hanno fruttato 3 vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Siccome tutti questi gol hanno la particolarità di essere arrivati nei minuti di recupero, il dato non deve essere sottovalutato, perché se da un lato evidenzia grande carattere, dall’altro mostra anche una certa difficoltà a sbloccare la gara, ed è questo un punto su cui Mr. Raffaele dovrà lavorare molto con i suoi ragazzi.

La 17° giornata è stata una giornata alquanto “lineare” nei risultati, dove tutte le squadre più in alto in classifica hanno vinto il loro incontro ad eccezione solo di Avellino e Paganese che sono state corsare a Viterbo e Caserta.

La 18° giornata porterà in dote ai rossoblù la sfida più affascinate del campionato dato che i leoni scenderanno in campo al San Nicola contro i galletti del Bari. La formazione pugliese attualmente si trova a 33 punti (media 1.94punti/partita) a 3 lunghezze di distanza dal Potenza. Dopo un avvio un po a singhiozzo il Bari ha inanellato una lunga serie di risultati positivi, tanto che non perde dalla 5° giornata, anche se sono stati 6 i pareggi in stagione contro le 9 vittorie e solo 2 sconfitte. Con 28gol fatti e 12 subiti, il Bari è terzo sia come attacco che come difesa e può vantare il secondo cannoniere del campionato (Antenucci con 13 reti). L’attuale andamento del Bari denota un comportamento di squadra da trasferta, giacché sono solo 13 i punti conquistati in casa contro i 20 presi in trasferta, mentre sono 14 e 14 i gol segnati, ma il Bari in casa ha subito 8 gol, esattamente il doppio dei 4 subiti lontano dal San Nicola che fanno la media di 1 gol a partita subito tra le mura domestiche. I galletti hanno anche la tendenza a segnare nella prima metà del secondo tempo, ma sono particolarmente vulnerabili ad inizio e fine gara.

Dal punto di vista dei marcatori, la presenza di un attaccante come Mirco Antenucci polarizza nettamente la fase offensiva, l’ex SPAL ha segnato 13 gol, mentre il secondo marcatore è Simeri con soli 3 centri. Particolare attenzione, però la si dovrà porre su Sabbione, che pur essendo un difensore, è anche lui a quota 3 reti.

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Nato a Potenza nel 1992 sono cresciuto in questa città. Essendo sempre stato orgoglioso della mia terra natia, molti dei i miei interessi la riguardano in maniera piuttosto diretta, al tifo per l’Inter ho presto sostituito il tifo per il Potenza Calcio, ad una serata al cinema davanti ad un film straniero ho sempre preferito uno spettacolo in vernacolo potentino, conosco a memoria “Viscledda” e “Lu Braccial” e se mi si chiede cosa voglio mangiare la domenica a pranzo certamente la mia risposta sarà “Strascinati”. Sin da piccolo sono sempre stato appassionato di Storia classica e medievale, e di storie in generale, principalmente mi appassiona la letteratura fantasy, ho letto e riletto più volte la saga di Harry Potter e sono rimasto incantato nel leggere i libri di Tolkien. Da sempre piuttosto negato negli sport, adoro passare serate in sedute di giochi da tavolo e giochi di strategia, in cui il ragionamento conta molto più del valore fisico. A fronte dei miei interessi “umanistici”, ho sempre avuto un buon talento in matematica e con i numeri in generale ho sviluppato un impostazione molto razionale che nel 2017 mi ha condotto al più grande successo, la laurea con lode in ingegneria civile presso l’UNIBAS. Come ogni giovane lucano ho avuto qualche problema ad entrare nel mondo del lavoro, ma oggi collaboro con uno dei migliori studi d’ingegneria potentini, e il futuro… chissà dove mi porterà.

Lascia un Commento