CON IL MAGO DI OZ SI DISSOLVE L’ANNO SCOLASTICO A MONTESCAGLIOSO

0
margherita lopergolo
Nel teatro della chiesa di Santa Lucia è stato messo in scena lo spettacolo ‘Il Mago di Oz’: le avventure della piccola Dorothy e del suo cagnolino Totò in un mondo fantastico in cui sono stati trasportati da un ciclone.
In compagnia di tre simpatici amici, il leone, lo spaventapasseri e l’omino di ferro, Dorothy, la protagonista, sconfiggerà una brutta strega e conoscerà la verità sul misterioso mago di Oz, prima di scoprire che si è trattato solo di un sogno e che la vera felicità sta nel cortile dietro casa. 
Il mago di Oz  aspira ad essere una favola dei tempi moderni che mantiene intatte la meraviglia e la gioa e lascia fuori l’angoscia e gli incubi.
Un classico destinato a rimanere nella storia del cinema che ora rivede la luce dei proiettori in una versione riadattata nell’originale interpretazione degli alunni delle classi seconde A e C  della scuola primaria dell’istituto comprensivo ‘Palazzo Salinari’ di Montescaglioso e la regia degli insegnanti Anna Lomonaco, Maria Avena, Brunella Tataranni e Vincenzo Di Taranto.
Difficile dire a cosa si deve tanto successo, se è la magia che continua ad affascinare grandi e piccini; se è l’amicizia profonda che lega i protagonisti; se sono le mille avventure che il gruppo dovrà affrontare o altro ancora, resta però il fatto che ,nonostante il trascorrere degli anni , le avventure di Dorothy e dei suoi amici, continuano ad affascinare adulti e bambini, ad ogni nuova occasione e questa offerta dai bambini  di Montescaglioso è stata sicuramente una delle più belle  per riflettere e affermare che ‘nessun posto è bello come casa mia’.
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento