ALLONTANARSI DALLA LINEA GIALLA!

0

PIETRO SIMONETTI

Ogni mattina dopo le cinque c’e’ la  sveglia. Nessuna attivazione da parte di nessuno degli abitanti del quartiere.

 Una giovane voce registrata dalle Ferrovie Appule lucane annuncia con tono deciso che e’in arrivo o in partenza dalla stazione di Potenza centrale un treno,.

 Non essendoci barriere anti rumore ma solo piante, gli annunci arrivano, specie in estate con le finestre aperte,  verso i malcapitati abitanti dei palazzi sottostanti.

Una sveglia mattutina che ha il sapore dello sfottò perchè raramente qualcuno, specialmente all’alba, sale su quei treni o vi scende “e’in arrivo il treno da, elencando le fermate, in andata o ritorno, allontanarsi dalla striscia gialla ed e’ vietato attraversare i binari”. Sembra che arrivi  un treno passeggeri o merci di velocita’ oppure un freccia bianca, un freccia rossa, comunque un treno che se non ti poni dietro dalla striscia gialla o attraversi i binari può’ lasciare il segno sull’utente che trasgredisce l’ammonimento a tutto altoparlante.
Risulta più congruo lo scampanio della vicina parrocchia delle 7,30 che ricorda ai fedeli che ci sarà una messa. 
Al tempo dell’apparire e del fonico a cosa serve annunciare partenze e arrivi senza passeggeri con treni che fanno sentire solo i loro motori roboanti nutriti da combustibili fossili? 
 Perchè coinvolgere le innocenti linee gialle dipinte sui marciapiedi rifatti tante, molte volte negli ultimi anni. Perchè ammonire  passeggeri assenti, e gli incopevoli  abitanti del quartiere che non hanno nessuna intenzione di andare ad Avigliano o Bari,passando per le stazioni pugliesi oltre Genzano? 
Come diceva un mio amico l’importante è annunciare.Il resto non conta, prima c’erano i fatti ora il sonoro. Una volta si diceva lo ha detto la Radio o la Televisione per assicurare che il fatto era vero. 
Oggi le Appule lucane hanno investito un belletto:strisce gialle, amplificatori, comunicazione, qualche treno estero e tanto ancora.
Il difficile non è di loro competenza, taralli e ciliege al g20 sulla tratta Bari Matera e sveglia dopo le cinque del mattino a Potenza Citta’. 
Intanto nessuna metropolitana leggera a Potenza e stazioni in cemento armato non utilizzati. 
Forse si cullano sui passeggeri assenti e sui sonnolenti da svegliare con costi di gestione procapite da metropoli. 
Su questo torneremo. 
Non chiamiamo in causa il Ministero dei Trasporti e l’Assessorato regionale, la situazione si aggraverebbe. Diciamo solo al Capo Stazione di essere comprensivo, e diabbassare il volume. Per il resto e’difficile immaginare un futuro per le storiche ferrovie in concessione dopo le dissennate dismissioNI dei decenni scorsi, lo spopolamento e la mancata politica di mobilità ferro/ gomma.  
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi