ALZHEIMER, AVANZANO LE NUOVE TECNOLOGIE

0

ANTONIO MOLFESE MEDICO-GIORNALISTA*

Valenti studiosi della DEEP TRACE TECHONOLOGIES presso lo IUSS di PAVIA coordinati dalla ricercatrice ISABELLA CASTIGLIONI hanno sviluppato un software capace di predire se un soggetto è predisposto alla degenerazione della malattia di ALZHEIMER oppure no. Come già fatto presente al PRESIDENTE della REGIONE BASILICATA BARDI,data l’incidenza di questa malattia e le difficoltà degli eventuali pazienti di muoversi sul territorio,sarebbe auspicabile creare un centro pilota da realizzare in uno dei maggiori ospedali di Basilicata.

Si tratta di studiare con interviste e qualche esame radiologico pazienti già con deficit, per stabilire le prime tracce di degenerazione che avvengono nella sostanza grigia del cervello e sviluppare la prevenzione ed i relativi trattamenti che possono rallentare il decadimemto anche se la malattia rimane.

Si tratterebbe di operare e portare sollievo ai pazienti ed alle famiglie sul territorio,specie nelle zone disagiate e lontane da centri di assistenza e cura.

Sarebbe auspicabile avere risposte in merito in modo che queste nuove tecnologie molto all’avanguardia possano essere utilizzate sul nostro territorio ed esportate anche nel Sud Europa,in Asia e nelle Americhe.

Sono stati stabiliti già contatti e ci auguriamo che il progetto pilota possa andare a buon fine. Come di consueto vi terremo informati

 

*Torremolfese.altervista.org

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi