Anthony Albanese, il primo Premier australiano di origini italiane

0

MICHELE PETRUZZO

Il nuovo Premier australiano ha origini italiane. Si tratta di Anthony Albanese, leader laburista che ha avuto la meglio sul premier uscente Scott Morrison.

La sua vita sembra tratta da un romanzo. Nato nel 1963 in un sobborgo di Sidney e cresciuto soltanto dalla madre, australiana di origini irlandesi, Albanese trae le sue origini italiane dal padre, un marinaio di Barletta, che aveva lasciato l’Italia negli anni Sessanta. I suoi genitori si conobbero su una nave da crociera. Cresciuto credendo il padre morto, il neopremier seppe della sua esistenza soltanto in seguito e lo conobbe solo nel 2009. 

Anthony Albanese è il primo Premier australiano di origini italiane. 

«Sono onorato per questa vittoria e sono onorato di avere l’opportunità di servire come 31mo primo ministro dell’Australia». Queste le sue parole dopo la vittoria. Promette di guidare un governo degno del popolo australiano e di rendere l’Australia una superpotenza delle energie rinnovabili. 

Albanese ha esordito da parlamentare nel 1996, poi è diventato ministro nel 2007 e nel 2013. 

Una vittoria importante, la sua, che sancisce il successo laburista dopo vari governi liberali. La notizia della vittoria dell’italo-australiano ha ovviamente innescato reazioni e commenti anche in Italia. Infatti anche il leader del Partito Democratico, Enrico Letta, ha commentato la sua elezione: «Fantastico. Un bel po’ di orgoglio oggi in Australia con la vittoria del leader del Labor Anthony Albanese, prossimo Primo Ministro! Il primo di origini italiane»

Una storia molto particolare, che fa riflettere sotto molti punti di vista e che dimostra, ancora una volta, quanto possano risultare casuali e inaspettate le traiettorie esistenziali dei singoli individui, partendo da una nave da crociera fino ad arrivare alla guida del governo australiano.

Condividi

Sull' Autore

Nato a Potenza in una calda notte di agosto del 1994. Storico, appassionato di politica e tifoso della Roma. Ho studiato a Bologna, dove ho conseguito la laurea magistrale in Scienze storiche con una tesi in “Storia delle donne e dell'identità di genere”. Ho frequentato la Scuola di giornalismo della Fondazione Lelio Basso e ho collaborato con “Il Manifesto”. Adoro la letteratura e il mare.

Rispondi