ASP , IL TORMENTONE DELL’ESTATE

0

Si fa aspra e si allarga a macchia d’olio la questione sollevata dal consigliere Zullino circa il presunto illegittimo svolgimento di un concorso per dirigenti amministrativi in luogo dello scorrimento di graduatorie esistenti. E poichè le lettere in uscita verso l’Asp e quelle in entrata alla IV Commissione si incrociano e si susseguono in tono sempre più pesante, con esplicita minaccia di entrambi di ricorrere alle vie legali, ecco che si innesta, per iniziativa del consigliere Pittella, un invito a moderare i toni e a  mantenere relazioni corrette a livello istituzionale. Ma la sua è una tirata d’orecchi quasi tutta in direzione del presidente Zullino, che, second Pittella avrebbe travalicato il proprio ruolo ergendosi a protagonista di un atto di cannibalismo  che risponderebbe solo , secondo lui  alla volontà di fare da sponda al Presidente Bardi nella sua pervicace volontà di estromettere Bochicchio dall’incarico legittimamente ottenuto e portato avanti con grande capacità.  Neanche il tempo di leggere il comunicato  che arriva la controreplica di Zullino, per il quale lo Statuto regionale esplicita e garantisce il diritto del consigliere di conoscere le varie situazioni e sopratutto il diritto di un presidente di commissione a svolgere attività ispettiva circa gli enti e le aziende del sistema sanitario. Se poi- aggiunge maliziosamente Zullino- a parlare di accuse gridate è il consigliere Pittella che si è scagliato pochi mesi fa contro il Dg del San Carlo Barresi, allora deve mettersi con se stesso, giacchè anche qui scatta il doppiopesismo. E dunque , con la questione così posta, due sono le possibili vie di uscita: : la prima è che l’assessore Leone e il Dirigene generale Esposito vadano in commissione a dire come stanno le cose, giacchè la vigilanza diretta sulle aziende sanitarie tocca per legge al Dipartimento; la seconda è che su questi benedetti doppi forni, tra I concorsi e gli scorrimenti, si faccia una direttiva precisa a chiarimento di come ci si deve comportare. Quanto al fatto che il Presidente Zullino possa dichiarare che è venuta meno la fiducia  sul Dirigente generale dell’Asp, anche questo non è un fatto che possa riguardare direttamente l’organismo consiliare, ma è decisamente un atto della Giunta che deve avere I motivi legali e formali per farlo. Si torna dunque al tema di partenza, mai  affrontato seriamente in Consiglio: lo spoil system , non ufficialmente legittimato ma esercitato per prassi, ieri ed oggi, ha bisogno di essere codificato con un regolamento dello Statuto: Se è giusto che il governo subentrante debba ( tesi di Bardi) trovare tutte le poltrone libere, allora bisognerà scriverlo. Altrimenti vale il principio della durata del contratto, salvo che ci siano inadempienze forti o illegittimità evidenti. Qui siamo alla interpretazione di una legge, che può callargarsi, qUEsto sì, alla contraddittorietà del comportamento, o alla convenienza a scegliere una via o l’altra, ma non l’illegittimità. E se questa ci fosse, dovrebbe entrare in campo l’azione del Dipartimento che continua ad essere il grande assente in questa come il altre questioni. Rocco Rosa

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi