AVELLINO OSTICO MA IL POTENZA VUOLE I TRE PUNTI

0

ROCCO SABATELLA

          Il Potenza in grande spolvero e in ottima salute fisica e psicologica dopo l’ottima prestazione di Crotone, ha tutte le potenzialità per battere oggi al Viviani, inizio gara alle ore 14,30, l’Avellino. Anche se la squadra campana si presenterà oggi con tutti i nuovi giocatori che sono arrivati dal mercato di gennaio, compreso il super colpo Marconi che è arrivato in Irpinia solo ieri mattina giusto per fare la rifinitura ed essere convocato per la partita di oggi al Viviani. La squadra del tecnico Rastelli non ha ancora vinto nell’anno nuovo e ha fatto tre pari e una sconfitta clamorosa a Messina. Cammino molto deludente in linea con quanto fatto dall’inizio del campionato. L’Avellino può essere paragonato ad un vulcano spento perché è dormiente e con i giocatori di cui dispone si può svegliare da un momento all’altro. Dovrà essere molto bravo il Potenza a non farlo risvegliare e tenerlo ancora per 90 minuti nel torpore. Raffaele, squalificato e sostituito da De Giorgio in panchina, pur non nascondendo il valore dell’Avellino, ha comunque molta fiducia sulle possibilità dei suoi ragazzi.” Per superare l’Avellino ci vorrà una grande prestazione corale. Se una squadra forte come l’Avellino si trova sopra di noi di un punto significa che ha attraversato e attraversa delle difficoltà.  Comunque l’arrivo di un attaccante come Marcconi la dice lunga sulla loro volontà di alzare l’asticella. Anche se per vincere non basta fare grande investimenti. Non è il massimo scendere in campo il giorno dopo la chiusura del mercato, ma questo vale per tutti e ci dobbiamo abituare. Prima di scendere in campo scioglieremo gli ultimi dubbi di formazione. Per scendere in campo con il tridente e cambiare modulo c’è bisogno di tempo. Ci concentreremo su questo dopo la trasferta di Pescara. Ma ripeto un concetto già espresso tante volte. Vanno garantiti gli equilibri di squadra”. E quindi avanti con il 3/5/2. Oggi non saranno disponibili Del Pinto e Schimmenti usciti malconci dal campo di Crotone e Matino ceduto al Bari che gli ha fatto un contratto di quattro anni.  Legittimo  è disponibile ma andrà in panchina per un probabile scampolo di gara. Rientrano capitan Caturano e Di Grazia. Per la formazione i dubbi di Raffaele sono sulla composizione del tandem offensivo che dovrebbe comprendere Caturano e Murano. Quest’ultimo ci tiene in modo particolare a scendere in campo contro la sua ex squadra per dimostrare che l’Avellino si è sbagliato sul suo conto. E, aggiungiamo noi, per fortuna del Potenza che lo ha potuto riportare in rossoblù. Per la sete di rivincita, per gli stimoli che produce in lui questa sfida al suo passato, Murano deve andare in campo dall’inizio. Ci sorprenderebbe negativamente una decisione in senso contrario da parte di Raffaele che in conferenza ha parlato di dosaggio delle forze per Murano. Lo diciamo con molta chiarezza: non è questa la partita che deve vedere assente l’attaccante potentino. Il problema del dosaggio delle forze di Murano Raffaele se lo dovrà porre a partire dalla trasferta di Pescara. In difesa davanti a Gasparini, spazio a Verrengia come braccetto di sinistra, Rocchi sul centro destra e Girasole centrale,  Gyamfi e Hadziosmanovic esterni di centrocampo e in mezzo al campo Steffè per l’indisponibile Del Pinto, Talia e Cittadino.  Nell’Avellino che Rastelli presenta con il 4/3/3 assenti Aya e Auriletto in difesa sostituiti da Moretti e Benedetti che insieme a Rizzo e Tito esterni si piazzano davanti a Marcone, ex della gara insieme a Matera e D’Angelo che con Casarini e Mazzocco formerà il centrocampo. Abbondanza in attacco dove su 22 convocati ben sette sono gli attaccanti. Sicuri del posto oggi Kanoute e Tounkara, e ballottaggio Marconi Rizzo per l’atro posto. Arbitrerà Ubaldi di Roma. Saranno circa 250 i tifosi avellinesi presenti al Viviani. Ieri si è chiuso il mercato di gennaio. Nell’ultima giornata un’operazione in entrata per il Potenza e due in uscita. E’ arrivato il centrocampista Nicolò Bianchi, classe 2003, dalla Sampdoria in prestito e si è visto al Viviani, accompagnato dal procuratore, il difensore tedesco Oliver Fobassam, anch’egli 2003, che ha giocato nel Greuther Furth, squadra della serie B tedesca. Il suo ingaggio non è stato ufficializzato, segnale evidente che ci possa essere qualche ostacolo burocratico al suo tesseramento. Ne sapremo di più oggi. Ceduti in prestito al Rimini Sandri e  Matino al Bari. I pugliesi hanno l’obbligo del riscatto che verrà esercitato a giugno prossimo. In totale 6 acquisti  e 6 cessioni operate dal  direttore sportivo  Natino Varrà.       

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi