BARDI TENGA A MENTE I MOTIVI PER CUI HA VINTO

0

Una persona che non abbia consegnato il cervello all’ammasso non può avere un atteggiamento pregiudizialmente ostile verso gli autori della svolta politica in Basilicata. Può tenersi per sé alcune riserve circa la capacità di affrontare i problemi da parte dei nuovi arrivati, ma, se è in buona fede, deve lasciarli operare prima di giudicarli. Per me, la svolta ha un significato preciso: ed è un giudizio di condanna netto e reciso sui comportamenti tenuti nella gestione della cosa pubblica dai vari responsabili del centrosinistra in questi anni, laddove, pur in presenza di persone in grado di operare con efficienza, con lucidità e bravura, ci si è lasciati coinvolgere in una pratica di gestione discrezionale e clientelare al massimo grado di espressione.  La bocciatura di questo malgoverno ha avuto due direzioni diverse in altrettante votazioni che si sono succedute nel giro di un anno,: nel 2018 è andata alla formazione che più predicava onestà e uguaglianza, l’anno successivo, dopo una prova di inconsistenza e di goliardico approccio alla gestione della cosa pubblica da parte del Movimento pentastellato, il consenso ha cambiato direzione in nome di un messaggio politico di segno opposto: autorità, sicurezza, protezione. Ci sarebbe da chiedersi, a questo punto, se le priorità dei lucani sono cambiate e se il secondo messaggio abbia cancellato il primo, definendo un nuovo ordine di priorità. Io penso di no e penso che la vera attesa verso questo governo regionale riguardi la moralizzazione dell’attività pubblica e la conseguente capacità di orientare gli atti verso interessi generali e non particolari. I rilievi fatti sul programma e sulle deficienze strategiche che esso presenta appartengono non alla critica  pregiudiziale ma a constatazioni di fatto che pure tengono conto dello scotto che bisogna pagare ad una svolta che è stata radicale e che ha portato una compagine totalmente nuova a prendere in mano il timone della nave. Quindi, da parte dell’opinione pubblica, c’è tutto il credito possibile e tutta la pazienza necessaria per  dar loro il tempo di apprendere e di operare. Ma la linea che segna la svolta tra vecchio e nuovo non può essere ignorata da alcuno , perchè segnerebbe non una svolta ma una continuazione di un sistema nelle mani di gente nuova. Chi ha seguito le cronache di questi mesi, sa che in alcune zone grigie, del vento, dei rifiuti, destra e sinistra si sono mischiate e confuse a tavola, facendosi piedino sotto il tavolo, pur apparendo distanti e critici all’opinione pubblica.  Se succedono cose di questo genere, allora chi ne pagherebbe le conseguenze sarebbe uno solo: una persona per bene venuta dichiaratamente con lo scopo di ripristinare legalità e di riportare la politica a livello di servizio alla comunità. Dichiaratamente, perchè su questo tema si è svolta la campagna elettorale a partire dalle vicende giudiziarie ed a finire ad esse. Se l’attenzione del Governatore non è alta su queste cose, se incomincia a mettere in conto che le regole hanno le loro eccezioni, se si trova a dover chiudere gli occhi per interessi politici su una cosa sbagliata, allora parte la campagna mediatica del “siamo tutti uguali” e nel qual caso il segno distintivo che ha circondato la venuta di un Generale va a farsi fottere. Ora, per quello che ho potuto capire, ci troviamo di fronte ad una persona che non ha fatto fuoco e fiamme per fare il Presidente di una Regione, che magari ambiva ad un ruolo di rappresentanza diverso, meno stressante e più onorifico e che invece si trova a mettere sul piatto la sua professionalità e il suo senso del dovere.  Sapendo che è stato accolto anche per quel suo volto severo di Servitore dello Stato, sia semplicemente se stesso.   Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento