BASILICATA, QUANTE DIGHE HANNO IL COLLAUDO?

0

Si può tirare un sospiro di sollievo per il fatto che il pertusillo non risulta inquinato da idrocarburi, ma il timore per la compromissione delle risorse idriche resta forte, non solo nella zona ma su tutto il territorio. Solo adesso, messi di fronte ad un film che racconta bene una possibile ipotesi di disastro ambientale la coscienza civile collettiva si è svegliata e manifesta una sensibilità al problema che è forte e che forse riuscirà a costruire il vero argine sul quale far infrangere le velleità delle compagnie petrolifere. Alcuni “no” sono stati detti per altre esplorazioni e adesso si mette in moto quel meccanismo perverso che porta al Tar, poi al consiglio di Stato, poi ,poi,poi fino ad a che giuridicamente le compagnie non riescono ad avere il via ufficiale.  Dobbiamo cercare di arrivare a quegli appuntamenti con alcune carte in regola, prima fra tutti quella Carta dei Territori che deve salvaguardare senza eccezione alcuna i bacini imbriferi della basilicata, e cioè tutto il sistema montuoso che va da Muro Lucano aL Vulture, che prende tutto il Lagonegrese e il Pollino e tutto l’appennino lucano.  Con Amministratori di parchi che si facciano più attenti e reattivi , rispetto ai comportamenti tenuti fino ad oggi, che sono quelli proprio di chi grida dopo che i buoi sono scappati . Così come la protezione delle risorse idriche deve essere non ancorata ad una manutenzione straordinaria, ma prevedere già da oggi quella di interventi straordinari, sia per quanto riguarda l’innalzamento di livelli di protezione ( recinzione) sia per il deperimento delle opere edili. Basti dire che ci sono dighe che funzionano da anni e che ancora non risultano collaudate. E, in una terra altamente sismica non è il massimo della prevenzione. Questo protocollo con la Puglia firmato lo scorso anno per l’uso comune della risorsa idrica, deve essere sviluppato non sul costo di un funzionamento normale ma sul costo di un progetto pluriennale che porta a consolidare l’esistente, a proteggerlo, a tutelare con tutti i mezzi e con le risorse adeguate l’intero patrimonio idrico lucano. Non solo la nostra quota di Fers, ma anche la loro.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento