L’ASSESSORE ALLA IMMOBILITA’

0

Sulla individuazione di nuova aree di sosta a pagamento non ho speso una parola non perché ritenessi giusta  la scelta ma perché ritenevo inutile rivolgere l’appello all’autore di quella scelta, visti gli atteggiamenti sinora registrati in altre occasioni. Ci sono assessori che parlano con la gente e altri che ritengono di essere stati messi lì da Dio in persona , e che solo a lui devono rispondere degli atti fatti.  Anche se poi questi atti si debbono definire malf(atti) , a giudicare dalle cose che sono state fatte in ordine ai trasporti, dove ad una ditta mezzo scalcagnata si sono fatti ponti d’oro pur di dimostrare che il Comune aveva realizzato un grande risparmio, segno della onestà e moralità portate nell’amministrazione potentina. Poi si scopre che questi prezzi stracciati sono dovuti ad una ditta che ha una contabilità non ortodossa, che non versa i contributi per i lavoratori, che addirittura non versa neanche i contributi lasciati dal lavoratore sulla busta paga, che non fa manutenzione ordinaria e che ,quando capita, la fa fare al Comune al posto suo. Basterebbe leggere la sfilza di interrogazioni fatte da consiglieri sulla questione per rendersi conto di come stanno le cose,  o meglio di come si pensa che stiano le cose perché l’assessore al ramo non ritiene dare spiegazioni che  anche il Consiglio possa capire e si chiude in un mummifico silenzio . Sulle strisce che sono state messe anche nel cesso delle case nella periferia più lontana della città , l’opinione pubblica non è in grado di sapere la motivazione che ha spinto la  Giunta ad adottare un provvedimento che va contro lo stesso regolamento , nella parte in cui individua un rapporto tra aree a destinazione libera e aree con sosta a pagamento . Ma anche qui, poiché sembra che abbia vinto per meriti il concorso assessorile, il responsabile del settore non perde tempo a rispondere alle interrogazioni o alle segnalazioni della stampa. Non parliamo della mobilità sostenibile , nella quale non c’è un minimo di attenzione alle esigenze della gente,a  cominciare da quel circuito sul Basento che è pronto da un anno ma che non si apre perché si deve ancora discutere che fine debbano fare i locali che sono sotto il ponte. Roba da mezz’ora i discussione  ma che si porta appresso tante di quelle riunioni inutili di una commissione che vuole sapere da un assessore che deve chiedere ecc ecc. insomma . Io propongo almeno una cosa ( sperando che  venga accolta) : chiamiamo quell’assessorato  “della immobilità insostenibile”. E’  più coerente il nome e noi, almeno, ci facciamo una ragione sul perchè l’assessore ami  tanto dedicarsi alle soste. Rocco Rosa

Share.

Sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento