BUCALETTO, IL GOVERNO SI RIMANGIA L’IMPEGNO. SALTA L’INTERO PROGETTO?

0

C‘è tutto e niente nell’impegno assunto in extremis dal presidente del Consiglio Conte di “recuperare quei finanziamenti del decreto mille proroghe per consentire ai progetti già deliberati di essere realizzati. Una frase che si presta ad ambiguità e forse a nuove discrezionalità. L’operazione Bucaletto, che era entrata nel programma di risanamento delle periferie e che aveva visto l’accordo tra Governo- Regione e Comune, era una operazione tanto importante quanto complessa giacchè metteva in piedi dei meccanismi per liberare il quartiere dalle baracche, dando la possibilità agli inquilini di trovare una abitazione autonoma per il tempo necessario a costruire i nuovi alloggi. Impegnati anche privati per 6 milioni nell’operazione , per via dell’accordo con Ater di passaggio alla titolarità pubblica di una delle torri esistenti a Bucaletto. C’erano i soldi della Regione, gli impegni del Comune e, a protocollo firmato, è venuto meno l’impegno pari a diciotto milioni da parte dello Stato. Una autentica retromarcia che non solo si carica di polemiche, ma rischia di caricarsi anche di contenziosi legali visto che il programma, con l’assenso del governo, era già partito con l’impegno a pagare le abitazioni provvisorie che gli inquilini nel frattempo avevano trovato.  Dal punto di vista politico , l’autogol è di quelli clamorosi, soprattutto per i cinque stelle che su Bucaletto avevano montato la campagna elettorale. Quello che sconcerta è che si sia preferito non intervenire sui singoli casi di priorità e accontentare tutti con una promesse del tipo “ fate i progetti e poi vedremo”. Ma per fare i progetti , anche il presidente Conte sa che ci vogliono delle poste finanziarie, figurarsi in un progetto complesso come questo dove vari soggetti ,pubblici e privati, si sono impegnati ad andare insieme. Chi parte prima e chi parte dopo non è contemplato ad oggi. Può darsi che si possa procedere a riorganizzare il cronoprogramma, ma chi assicura che fra tre anni non ci sia un altro decreto che toglie anche la speranza?

 

A DICEMBRE DEL 2017

Siglata nel pomeriggio a Roma la convenzione con la quale vengono assegnati alla città di Potenza 18 milioni attraverso il ‘Bando Periferie’, fondi destinati a Bucaletto e ai quali si aggiungono altri 6 milioni di investimenti privati.
L’accordo è stato sottoscritto nella Sala Verde del terzo piano di Palazzo Chigi dal sindaco Dario De Luca e dai referenti ai altri 93 Comuni, presente l’assessore all’Urbanistica Rocco Pergola.
Il progetto, il cui responsabile unico del procedimento è Giuseppe D’Onofrio, si inserisce in un più ampio programma di riqualificazione del quartiere di Bucaletto e comprende la realizzazione di azioni finalizzate alla riqualificazione urbanistica, edilizia e sociale dell’area.
“L’obiettivo della proposta progettuale, realizzata grazie al supporto fondamentale della Regione, è la trasformazione del quartiere da luogo della marginalità a luogo di qualità fortemente riconoscibile, da contesto chiuso ad area aperta e servita in grado di anche di attrarre cittadini dagli altri quartieri” spiega il Sindaco. “Due i passaggi: in primis la riqualificazione urbana del quartiere attraverso interventi di sostituzione abitativa, volti a rimpiazzare gli attuali prefabbricati con nuove costruzioni, la dotazione di strutture e interventi per migliorare le condizioni di servizio, grazie alla realizzazione di spazi destinati al trasferimento di conoscenze e saperi; in secondo luogo la rigenerazione urbana, attraverso azioni volte al miglioramento della vivibilità del quartiere, alla dotazione e sviluppo di servizi sociali e di assistenza per i residenti” conclude De Luca.
Nel dettaglio, gli interventi previsti sono i seguenti: sostituzione prefabbricati post sisma con strutture prefabbricate ad alta efficienza energetica e sperimentazione del condominio sociale; contributo affitto per le famiglie; edilizia residenziale con la realizzazione di 42 alloggi sociali; realizzazione di un complesso polifunzionale (creazione di quattro spazi autonomi destinati alla creazione di laboratori artigianali e/o a funzioni ergoterapiche in grado di recuperare alla vita attiva persone in condizioni di disagio, con la collaborazione di partner territoriali e dell’Università di Basilicata); realizzazione di una struttura socio-sanitarie semiresidenziale per 30 posti rivolta ad anziani affetti da demenza; servizio di comunità degli abitanti; sostituzione e creazione del nuovo “Centro Caritas”; sperimentazione del credito per spesa alimentare, attraverso la struttura “emporio solidale Caritas”; creazione del centro di aggregazione presso cui troveranno esecuzione laboratori operativi in ambito artistico, artigianale e socio – culturale; creazione di orti urbani; realizzazione di un centro sportivo polifunzionale composto da impianto natatorio, palestra, ludoteca e campo polivalente; realizzazione di una emeroteca come luogo di memoria storica, dedicata al tema del terremoto; attività di pianificazione per la predisposizione e redazione di strumenti urbanistici innovativi di recepimento e adeguamento alle politiche di rigenerazione urbana.
Le azioni complementari previste, cioè gli interventi coerenti con la strategia di riqualificazione del quartiere e già assentiti a valere su altri strumenti di finanziamento, sono la riqualificazione della palestra Rotary e la realizzazione di un parco sulla collina nord del quartiere.
“Una grandissima e importante occasione non solo per il quartiere di Bucaletto – spiega l’assessore all’Urbanistica Rocco Pergola – a cui i fondi sono destinati, ma per l’intera comunità potentina, ottenuta anche grazie al grande lavoro di qualità svolto dagli uffici comunali e, in particolare, da quello Urbanistica. Proprio a causa della sua storia e delle condizioni in cui versa l’area di Bucaletto questo accordo rappresenta una sfida vinta nella programmazione strategica della città nel corso degli ultimi decenni. Nella direzione di riqualificazione del quartiere dal punto di vista edilizio – prosegue l’assessore Pergola – si assicureranno condizioni abitative adeguate e dignitose ai residenti e nel contempo si darà un ruolo a Bucaletto all’interno della complessiva strategia urbana. Il raggiungimento di tale risultato è stato possibile grazie a un partenariato che ha permesso di soddisfare i punteggi previsti dal bando, ottenendo il massimo finanziamento possibile ai quali si aggiungono altri investimenti privati. L’intervento permetterà la realizzazione di 100 alloggi e di una serie di strutture a servizio del quartiere come aree attrezzate per il tempo libero, sport e ambiente. Particolarmente importante sarà la realizzazione di una struttura polifunzionale che ospiterà attività di assistenza sociale” conclude Pergola.

 

LA FOTO DI COPERTINA è di GIOVANNI MARINO

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento