CAIATA CE LA METTE TUTTA

0

Il Potenza fa sul serio sta battendo tutte le piste per allestire una squadra competitiva per uscire dalle sabbie mobili della zona play out.
Ieri ha portato a termine l’ultimo colpo che ha inseguito dall’inizio del mercato di gennaio: riportare a casa Rosario Bucolo, 33enne, centrocampista ed ex Messina e Catania, con 3 campionati nella città peloritana e 4 campionati a Catania.
Bucolo è un cavallo di ritorno ed è stato un uomo squadra che ha contribuito alla salvezza del campionato scorso.
Il centrocampista siciliano completa il quartetto dei nuovi acquisti con Zampano, Dkidak e Burzio.
Un altro difensore sotto il mirino di Caiata è Luka Koblar, classe 99, del Frosinone disposto a scendere di categoria pur di avere una maglia da titolare.
Dopo l’uscita di Banegas in direzione Cava dei Tirreni rimane appeso il caso Baclet, in uscita dal primo momento, ma che finora non ha trovato nessuna squadra interessata, in questi giorni si sta studiando una soluzione.
Il francese per rescindere il contratto potrebbe accettare una buonuscita o in mancanza d’accordo potrà andare fuori rosa per fare posto a Saveriano Infantino che al momento rimane la prima scelta di Caiata e soci.
Ieri Gravina ha incontrato il governo per esaminare nuove regole  Covid in tutti gli stadi italiani.
È stato approvato un protocollo dalla conferenza di servizi stato-regioni sulle nuove regole Covid per gli sport di squadra.
Un documento che prevede una procedura uniforme per tutte le Asl e quindi garantisce il corretto e regolare svolgimento dei campionati.

Sembra, proprio che la giornata d’esordio per l’anno in corso, sarà Domenica 23, a Monterosi

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi