CALMA PIATTA SUI LIDI LUCANI

0

Come si sa, dopo anni di battaglie contro la Direttiva europea che invitava i Paesi membri a mettere a gara tutte le concessioni demaniali, il Parlamento  ha approvato la legge 145 del 2018 che rimanda l’attuazione della direttiva in Italia di quindici anni. Un sospiro di sollievo per centinaia di migliaia di aziende italiane , tra le quali ci sono anche quelle lucane. In verità è passato già un anno da quella data e gli Uffici del demanio lucano non hanno ancora alzato un dito per dire ai Comuni come debbono comportarsi e cosa fare. La Regione Puglia lo ha fatto, con una lettera inviata a tutti i Comuni costieri per sollecitare l’applicazione della legge.
Nel suo sollecito, il responsabile del dipartimento regionale al demanio sottolinea che solo pochi Comuni hanno rilasciato i titoli protocollati fino al 2033 (secondo quanto ha denunciato il Sib-Confcommercio nei giorni scorsi, ben l’80% delle amministrazioni pugliesi sarebbe inadempiente con l’estensione delle concessioni).
Le amministrazioni locali – spiega la Regione nel sollecito – non hanno alcun potere discrezionale e devono limitarsi ad applicare la legge nazionale. Resta tuttavia in capo al concessionario l’obbligo di chiarire la sua volontà di «beneficiare dell’estensione temporale della concessione ex lege» e di rispettare i requisiti antimafia.
Nel testo della circolare, la Regione Puglia chiede inoltre ai Comuni costieri la documentazione e la licenza concessoria dei vari stabilimenti al fine di fare una ricognizione di tutte le strutture balneari che sono sul territorio pugliese. In Basilicata si lotta da venti anni per avere un piano lidi, che è il presupposto per poter disciplinare l’intero settore. Il piano tecnicamente è pronto da anni ma per ogni filo d’erba si litiga tra regione e Comune e non se ne viene mai a capo. E’ chiaro che con la concessione a quindici anni, gli imprenditori del mare possono programmare investimenti e uscire dalla provvisorietà di lidi che ogni anno debbono essere smontati a concessione scaduta. I rappresentanti dei sindacati lucani hanno battuto tutte le strade, bussato a tutte le porte, ricevuto da tutti assicurazioni. Ogni volta se ne tornano contenti di aver fatto un passo avanti, ma poi guardano il mare e vedono….calma piatta. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento