CATANIA KO: A VOLTE ANCHE I RICCHI PIANGONO

0

giovanni vaccaro

 

Essendo la decima città più popolosa d’Italia, Catania è famosa per varie cose tra cui per aver dato i natali al famoso scrittore Giovanni Verga che infuse le sue opere di un pensiero pessimista, secondo cui per l’uomo non ci può essere alcuna speranza di miglioramento sociale. Va da se che i ricchi e potenti resteranno sempre tali, e prevarranno sempre nei confronti dei più poveri. Dunque se la squadra di calcio della decima città italiana per popolazione affronta quella che ricopre la novantunesima posizione (Potenza) che speranza hanno questi ultimi di vincere? Ebbene l’esito del Viviani ha smentito il pensiero del Verga. Potenza-Catania finisce 3-1 con buona pace di chi non ci credeva.

Con la vittoria sui siciliani il Potenza ottiene il primo successo casalingo e sale a 12 punti (media 1.33punti/partita) portandosi in solitaria in ottava posizione in attesa dei recuperi delle altre partite. Per la prima volta in campionato i rossoblù mettono a segno 3 gol, arrivando a 9 gol in altrettante partite (media 1,00 gol/partita). Unico neo rimane la difesa, infatti, quello del Catania è il decimo pallone che Ioime è costretto a raccogliere in fondo al sacco per una media di 1.11 gol subiti a partita. Tra le prime 10 il Potenza ha la seconda peggior difesa, solo la Casertana ha fatto peggio subendo 12gol. Per la prima volta trovano la via del gol Strambelli e Guaita che sono il quarto e quinto marcatore stagionale del Potenza. Mentre il solito França mette a segno il quinto gol stagionale che lo porta in cima alla classifica dei marcatori del Girone C insieme a Calstaldo (Casertana) e Taurino (Vibonese).

La decima giornata è stata caratterizzata da 21 gol segnati nelle partite del Sabato e della Domenica che hanno portato 2 pareggi, 2 vittorie in trasferta e 4 vittorie casalinghe. Dopo un inizio scoppiettante della Juve Stabia che aveva condotto le vespe in prima posizione, a causa dei due pareggi consecutivi dei campani, il Trapani battendo il Matera riacciuffa il primo posto. Cadendo a Potenza, il Catania inanella la prima sconfitta stagionale facendo piacere a due calabresi: Vibonese che rifila 5gol al Virtus Francavilla lanciandosi al 4° posto con i suoi 17 punti (prima delle neopromosse), e Rende che nella partita in casa con la Reggina cercherà di conquistare l’intera posta per portarsi in seconda posizione a 20 punti. Restano impelagate nei fanghi del fondo classifica il Matera (-4 punti) e la Paganese (2 punti) che vedono aumentare pericolosamente il distacco dal Siracusa che con 2 vittorie consecutive si piazza ad 8 punti. Stecca in casa alla prima apparizione per la Viterbese che si arrende al Rieti nel derby laziale e rimane a 0 punti con ben 9 partite da recuperare.

Il prossimo avversario dei rossoblù sarà proprio il Rieti corsaro di Viterbo. Neopromossi come il Potenza, i laziali hanno fino ad oggi giocato 9 partite conquistando 10 punti (media 1.11 punti/partita), segnando 6 gol (media 0.67gol/partita) e subendone 11 (media 1.22gol/partita). In casa i reatini hanno ottenuto 1 vittoria con la Casertana, un pari con la Cavese e 2 sconfitte con Vibonese e Siracusa segnando 3 gol (media 0.75 gol/partita) e subendone 4 (media 1gol/partita). Ricoprono la dodicesima posizione stando ad un punto dalla zona play-off al pari col Bisceglie. Dietro Vibonese, Potenza e Cavese sono l’ultima delle neopromosse.

Al momento non c’è un miglior marcatore essendo 6 i calciatori diversi che hanno gonfiato la rete avversaria e sono nell’ordine Maistro (CC), Gallifuoco (DIF), Palma (CC), Pepe (DIF), Vasiliou (ALA) e Gondo (ATT).

FORZA POTENZA!!!

 

FOTO DI GIUSEPPE DI TOMMASO

 

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Vaccaro

Nato a Potenza nel 1992 sono cresciuto in questa città. Essendo sempre stato orgoglioso della mia terra
natia, molti dei i miei interessi la riguardano in maniera piuttosto diretta, al tifo per l’Inter ho presto
sostituito il tifo per il Potenza Calcio, ad una serata al cinema davanti ad un film straniero ho sempre
preferito uno spettacolo in vernacolo potentino, conosco a memoria “Viscledda” e “Lu Braccial” e se mi si
chiede cosa voglio mangiare la domenica a pranzo certamente la mia risposta sarà “Strascinati”.
Sin da piccolo sono sempre stato appassionato di Storia classica e medievale, e di storie in generale,
principalmente mi appassiona la letteratura fantasy, ho letto e riletto più volte la saga di Harry Potter e
sono rimasto incantato nel leggere i libri di Tolkien.
Da sempre piuttosto negato negli sport, adoro passare serate in sedute di giochi da tavolo e giochi di
strategia, in cui il ragionamento conta molto più del valore fisico.
A fronte dei miei interessi “umanistici”, ho sempre avuto un buon talento in matematica e con i numeri in
generale ho sviluppato un impostazione molto razionale che nel 2017 mi ha condotto al più grande
successo, la laurea con lode in ingegneria civile presso l’UNIBAS.
Come ogni giovane lucano ho avuto qualche problema ad entrare nel mondo del lavoro, ma oggi collaboro
con uno dei migliori studi d’ingegneria potentini, e il futuro… chissà dove mi porterà.


Lascia un Commento