CENTROSINISTRA ALL’ULTIMO GIRO DI POKER

0

Nel centrosinistra la situazione si è complicata notevolmente con l’intervento a gamba tesa del segretario del Psi Valvano, che ha praticamente chiesto di rimettere tutto in discussione non condividendo una candidatura che sembra paracadutata da Roma. Intervento che, oltre a mandare in stallo la coalizione ,sta mandando in tilt  il Pd , all’interno del quale si fanno vive le ambizioni ,mai sopite di Lacorazza e di alcuni esponenti più interessati a far perdere la faccia a Speranza  che a costruire una posizione unitaria . In questo stallo, Chiorazzo, formalmente candidato dai civici e sponsorizzato dal Pd, sta moltiplicando i suoi sforzi per realizzare il fatto compiuto: con me si può ancora vincere, senza di me si perde sicuramente. E , come se nulla fosse successo, si mette a parlare di programmi e di cose da fare, nel tentativo di acquistare consenso presso l’opinione pubblica, accreditandosi come il nuovo della politica espresso dalla società lucana. Un risultato lo ha ottenuto, aprendo una faglia sismica nei cinquestelle, con più di qualche esponente che è chiaramente passato a sostenere la sua candidatura e a polemizzare con quanti si muovono per boicottarla, leggi Moles. Da Roma, entro un paio di gironi, si saprà se Conte , pur tenendo conto delle considerazioni pro o contro espresse dalla base del partito, confermerà il suo appoggio a Chiorazzo, nel nome unicamente di quell’intesa formalizzata con la shlein che impone, in queste elezioni, di non lasciare campo libero alla destra ma di unire le forze per conquistare almeno una regione, obiettivo che proprio in Basilicata sembra più a portata di mano. Se Conte conferma il sostegno all’imprenditore di Senise, si apre uno scenario del tutto diverso, perché gli altri partiti della coalizione si troveranno di fronte alla scelta o di unire le forze per vincere  o ,viceversa, di  assumersi la responsabilità di una sconfitta elettorale, con nomi e cognomi di chi  ha remato contro i due maggiori partiti. Questo scenario diventa tanto più realistico se il centrodestra conferma Bardi, atteso il fatto che Somma ha fatto chiaramente capire che non vuole entrare nella contesa, dovendo badare al futuro delle sua aziende. Con Bardi candidato, è impensabile vedere un Pittella che se ne va da solo, accollandosi il peso di una sconfitta del Centrosinistra. Per storia personale e per il tipo di elettorato che lo segue , una decisione del genere lo metterebbe alle corde, togliendogli ogni agibilità futura. Cosa diversa per Polese che da sempre tiene nascoste la sua strategie , al punto che destra o sinistra …per lui, oggi, pari sono. Il vero problema che si porrebbe in questo eventuale cambio di scenario è la necessaria discesa in campo di un leader capace di agire in prima persona per spuntare tutte le obiezioni e far quadrare i conti. Finora, dobbiamo dirlo, Speranza si è tenuto  abbastanza coperto, mandando avanti quelli a lui più vicini , da Molinari a Iudicello,. Pour parler diretti a sondare più che a trattare. Oggi è il momento di uscire con chiarezza da una situazione che sta diventando kafkiana e di parlare con tutti , compreso Chiorazzo, per capire se e come si può andare tutti insieme sul nome di quest’ultimo o se, insieme allo stesso Ciorazzo e ai civici che lo hanno proposto e che lo sostengono, si debba ripiegare su un nome che trova il consenso di tutti.   Qui si tratta di capire se si pensa alla Basilicata ,che tanto danno ha ricevuto da questa legislatura regionale, ovvero si pensa alle singole carriere personali, che , in caso di una partita non giocata per dissidi interni e opinioni cocciutamente difese ad oltranza,  risulteranno anch’esse compromesse, a tutti i livelli. Resterà forse soltanto il contentino di un ricambio generazionale prodotto  per implosione della nomenclatura che si è giocato tutto all’ultima partita di poker. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi