COL MONOPOLI, IL FATTORE CAMPO!

0

Sarà in piena emergenza il Potenza che oggi al Viviani, inizio alle ore 17,30, se la dovrà vedere con il forte Monopoli che, insieme al Palermo, è lanciato all’inseguimento della capolista Bari lontana quattro punti. Infatti, mancheranno, oltre agli infortunati Romero, Costa Ferreira, Nigro e Guaita, anche gli squalificati Gigli e Zampa dopo le ammonizioni subite a Palermo. In queste condizioni non sarà agevole tenere testa alla lanciatissima squadra pugliese che, sulle ali di un grande entusiasmo per il cammino che sta facendo, punterà ad ottenere una nuova vittoria. Per non perdere contatto con il Bari. Al Potenza, in questo momento, mancano solo i risultati o per meglio dire una continuità di risultati. Ma le prestazioni, come è successo anche a Palermo, non sono mancate ed il risultato positivo non è arrivato per la cronica sterilità offensiva della squadra di Trocini. Un problema che sembra irrisolvibile al momento ma che con il quale il Potenza deve convivere fino all’inizio di gennaio quando si aprirà il mercato invernale. A proposito del quale c’è da fare una considerazione importante. Dopo il 22 dicembre in cui si gioca la prima giornata di ritorno con il Potenza impegnato a Bari, il campionato si ferma e riprenderà domenica 9 gennaio del prossimo anno. E in questa data il Potenza dovrà presentarsi in campo necessariamente già con i rinforzi in formazione. Perché non si può perdere tempo prezioso nella rincorsa verso le posizioni più tranquille della classifica. Il nuovo responsabile tecnico Martino deve chiudere gli accordi con i nuovi giocatori già prima della fine dell’anno in modo che all’apertura del mercato si possano depositare i contratti firmati. Con una settimana di allenamenti i nuovi saranno in grado di scendere in campo contro il Foggia. Come crediamo che a Martino non serva un mese e passa, come ha detto nella conferenza della sua presentazione, per capire dove intervenire per migliorare il Potenza. Perché è evidente e chiaro a tutti, ormai da tempo, quali sono gli interventi mirati da fare. Figuriamoci se uno preposto alle faccende tecniche della squadra come il direttore sportivo non si è già reso conto di come operare sul mercato. Tanto è vero che, a strettissimo giro di posta, firmerà il contratto con il Potenza l’esterno sinistro francese Allan Blaze, 27 anni, svincolato, che Trocini e Martino conoscono bene per averlo avuto al Rende. E Blaze sarà il primo dei rinforzi che serve a Potenza per l’indisponibilità di Nigro. Ma intanto per arrivare a gennaio bisogna giocare altre sei partite e da queste sarà necessario conquistare il maggior numero di punti. A cominciare da oggi con il Monopoli che è sicuramente favorito dal pronostico perché vive un momento di grande forma testimoniato dai 13 punti nelle ultime cinque gare. Una formazione, quella allenata da Colombo, quadrata, organizzata, efficace e con il giusto mix tra over e giovani di valore. Con l’aggiunta di una conoscenza molto approfondita del sistema di gioco, il 3/5/2, che ormai usa da quattro anni, prima con Scienza e adesso con Colombo. Ma comunque, a prescindere dal valore del Monopoli, il Potenza non parte battuto e può e deve poter sfruttare il fattore Viviani per confermare un trend positivo delle gare casalinghe dove il Potenza ha messo insieme 11 punti. Con attenzione, concentrazione e spirito di sacrificio non è impossibile puntare ad un risultato positivo nonostante le difficoltà. Trocini, anche sull’onda dell’ottima prestazione di Palermo, ha piena fiducia sulle possibilità dei suoi ragazzi ma non nasconde le difficoltà della gara odierna: ”Nel nostro girone ci sono tante squadre attrezzate e il Monopoli è una di queste. Ben allenato e organizzato. Davvero una bella squadra. Il Monopoli è capace di essere aggressivo e di pressare molto alto, imporre il proprio gioco, ma è anche capace di abbassarsi e ripartire in contropiede. Quindi dobbiamo stare in campo con il giusto equilibrio: fare gioco propositivo ma senza lasciare spazi o esporsi alle loro ripartenze che possono fare molto male”.  Il Monopoli però non si fida del Potenza incerottato e proprio il tecnico dei gabbiani Colombo ha ammonito la sua squadra a non pensare che i tre punti siano già in tasca ma ha avvertito che la gara di oggi al Viviani è molto difficile e complicata per le impellenti necessità degli avversari e per il grande spirito battagliero che si aspetta il Potenza metterà in questa gara. Per la formazione Trocini questa volta non avrà, purtroppo per lui, l’imbarazzo per scegliere gli undici da mandare in campo. Nel senso che al posto di Gigli giocherà Matino e poi gli altri 10 saranno gli stessi che hanno giocato inizialmente a Palermo. Semmai l’assenza di Zampa priva il Potenza di una valido cambio a partita in corso in mezzo al campo. Quindi riepilogando Marcone trai pali, Cargnelutti, Piana e Matino in difesa, Coccia e Sepe esterni alti e bassi, Zenuni, Sandri e Ricci a centrocampo e Salvemini e Volpe in attacco. Il Monopoli si potrebbe schierare con gli stessi undici che hanno battuto il Taranto oppure con un massimo di un paio di novità. Davanti al portiere Loria confermatissimi Fornasier, Bizzotto e Mercadante,  l’ex Viteritti o Tazzer e Guiebre sulle corsie laterali,  Bussaglia o Langella, Vassallo e Piccinni, altro ex, in mezzo al campo e Grandolfo e Starita punte. Questi ultimi da attenzionare con grande cura dai difensori del Potenza perché autori di 4 reti il primo e otto il secondo finora. Dirigerà l’incontro il signor Di Cairano di Ariano Irpino. Ci dovrebbe essere una buona affluenza di pubblico anche in considerazione del fatto che il Potenza ha messo a disposizione dei ragazzi e delle ragazze fino a 18 anni 500 biglietti gratis in occasione della giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza.

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi