CONSIGLIO REGIONALE. “BUONA LA PRIMA”, SUL RECOVERY FUND

0

il governo regionale stima che alla Basilicata possano arrivare 13 miliardi dal programma europeo di rilancio, il recovery fgund, più correttamente chiamato piano epr le nuove generazioni europee. Ma è una stima legata all’impiego corretto da parte del Governo nazionale degli investimenti a fondo perduto( circa 70 mld che dovrebbero andare per il 70 per cento al Sud e per il restante al centro Nord, se si vuole veramente rispettare l’iondicazione della commissione europea. In questo senso la battaglia deve vedere coinvolti tutti i gruppi regionali perchè agiscano su Roma attraverso le proprie segreterie nazionali. C’è anche un handicap da superare e cioè che il dieci per cento dei fondi deve essere reperito sul mercato libero, come ha ricordato la consigliera Dina Sileo. Quindi prima di dare i numeri o di scrivere il libro dei sogni sarà il caso di capire come muoversi. Un dibattito, quello che ieri il Consiglio regionale ha tenuto sul Recovery fund, che ha messo in luce due aspetti: il primo la disponibilità a coinvolgere tutti nella decisione attraverso forme da concordare ( una commissione speciale di indirizzo e di valutazione (proposta di Mario Polese alla quale Piergiorgio Quarto ha dato disponibilità ad esaminarne l’efficacia) , il secondo , a sforzarsi di uscire dalla retorica celebrativa ( Cifarelli, Pittella) e di mettere in campo azioni straordinarie ancorate ad una visione di sviluppo. Visione che ad oggi manca : si parte da progetti  presentati per fare un quadro di insieme, anziché il contrario. Una idea di come procedere l’ha data il consigliere Acito di froza Italia,, portando l’esempio del progetto Hewritage Smart Lab, un progetto che mira a creare uno dei Poli europei per l’innovazione digitale nel Sud Italia e che vede coinvolte 9 università con edi in campania, Puglia e basilicata e oltre 200 piccole e medie imrpese. Un esempio virtuoso perchè è solo parlando un unico linguaggio che si può sperare di colmare il gap col resto del paese. Quindi via libera ad una operazione all’inverso, come ha evidenziato Braiua: partire dalle schede progettuali per costruire una vision4e complessiva della basilicata. La rotta è ,secondo Aliandro, quella di andare oltre gli interventi emergenziali e costruire azioni strutturali per il lungo periodo. Obiettivo dichiarato  (leggieri) coniugare la crescita con l’eliminazione dei divari territoriali. E soprattutto ( Perrino) puntare sulle risorse umane più che sulle strutture fisiche, dando prospettiva ai giovani migliori.  Questo in sintesi ciò che è emerso dal confronto consiliare. Un dibattito ancora interlocutorio -per il capogruppo della Lega Coviello, perchè bisognerà vedere cosa il governo vuol fare. ma è chiaro che se non si puntano i piedi con Roma, queste proposte regionali.rocco rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi