CORO DI CRITICHE A GUARENTE E BENNARDI PER IL FLOP SUGLI IMPIANTI SPORTIVI

0
L’esclusione del Comune di Potenza e di quello di Matera dai finanziamenti relativamente al bando “Sport e Periferie” ha suscitato forti reazioni da parte delle forze politiche di opposizione nei due capoluoghi. A Potenza i consiglieri del centrosinistra partono con una forte ironia sullo sbandierato “ambizioso progetto di riqualificazione del campo sportivo di Macchia Giocoli”. E sull’autoincensamento dell’assessore Guma e del Sindaco di Potenza ” per essere riusciti a cogliere questa preziosa opportunità”– In realtà entrambi si sono venduti la pelle dell’orso in maniera frettolosa e intempestiva,  considerata la valutazione di inammissibilità del progetto, appena pubblicata dalla commissione ministeriale.

L’ennesima occasione –dicono-persa da una giunta comunale che mostra giorno dopo giorno una siderale distanza tra gli annunci boriosi della campagna elettorale e la dura realtà dei fatti. 
Risulta particolarmente imbarazzante, inoltre, il silenzio della Destra rispetto a “Potenza Città Europea dello Sport 2022.”  Nonostante manchino oramai meno di tre mesi all’ inizio del nuovo anno, Guarente ed i suoi sembrano aver totalmente dimenticato di dover onorare un impegno importante nei confronti degli sportivi e degli appassionati di questa città. Il rischio concreto è quello di veder svanire un’altra importante opportunità per la città che la precedente amministrazione con grande sacrificio e visione aveva provato a costruire. Anche su questo tema mesi e mesi di annunci hanno poi lasciato progressivamente spazio al nulla amministrativo. In ultima analisi, non possiamo dimenticare i proclami della Destra in merito alla ristrutturazione dello Stadio Viviani: anche su quel versante, come è evidente, nulla si è mosso. Ad ogni modo,  Potenza rischia concretamente di perdere l’appuntamento fondamentale con una manifestazione di carattere internazionale. Un evento che avrebbe garantito al capoluogo di regione una vetrina di promozione turistica ed economica. Tutto ciò non è più tollerabile: Guarente e Guma devono rendere conto alla città. 

Non meno dura la presa di posizione del consigliere regionale Luca Braia riguardo al flop realizzato dal Sindaco Bennardi sullo stesso tema. A Matera, in particolare, non ci si può accontentare delle risorse e dei progetti che sono già in cassa, di cui ancora molti da realizzare (come ad esempio Piazza della Visitazione), bisogna intercettare ogni opportunità che si può offrire alla città con gli strumenti e gli avvisi per finanziamenti messi a disposizione. Questo cattivo inizio, con la presentazione di un progetto non conforme ai requisiti di un bando, che poteva essere invece un ottimo mezzo per la riqualificazione degli impianti sportivi cittadini, è tutt’altro che confortante.
Bisogna-dice Braia- che il Comune  rafforzi subito la struttura tecnica e faccia ogni sforzo per mantenere i pochi esterni esistenti che hanno una esperienza amministrativa e di progettazione. Si strutturi un “Ufficio progetti speciali europei” che sia capace di cogliere queste e altre opportunità per costruire un futuro. Si mantengano gli impegni presi, si rimettano le periferie al centro e, non mi stancherò di affermarlo, si riporti un centro in ogni periferia della città, partendo proprio dall’aggregazione sociale e dallo sport. Si cominci seriamente a pensare al decoro e alla riqualificazione dei quartieri e degli impianti sportivi di Matera. Le risorse ci sono e ci saranno ma senza organizzazione e visione non si va avanti. Già nei prossimi giorni ci sarà una nuova opportunità da cogliere, 450 milioni di euro a disposizione del Ministero dei Beni culturali  per la missione 1 del PNRR per la cultura, i borghi turistici e le testimonianze artistiche, archeologiche e ambientali. Vedremo se la crisi politica partorirà qualcosa di meglio su questo fronte, perché non ci sia un’altra occasione persa per la Basilicata.”

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi