CORONAVIRUS, UN CONSIGLIO REGIONALE SENZA FEBBRE

0

Il Consiglio regionale di ieri ci ha rimandato l’immagine di una classe politica che ha scelto di non dividersi di fronte ad un problema grave e che inquieta non poco la popolazione. Un piccolo passo avanti verso una assunzione di responsabilità collettiva che, anche nella differenza di ruoli, può e deve emergere, nei momenti di crisi . Gli errori ci sono stati  ma il quadro generale era tale che qualsiasi persona avrebbe potuto sbagliare, in mancanza di direttive chiare e soprattutto in presenza di un quadro eccessivamente drammatizzato , nel quale il non fare poteva essere colpevole esattamente come il fare.  Quello che si può dire è che anche questo evento italiano è frutto di un clima esasperato di delegittimazione reciproca nel quale gli avversari diventano nemici e gli obiettivi seguono la bussola del gradimento nei sondaggi. E’ venuto meno quel senso dello Stato che , pur mantenendo ferme le distanze tra chi governa e chi fa l’opposizione, obbligava i responsabili delle istituzioni a cercare il contatto con i leader della minoranza, a scambiarsi le opinioni, a chiedere fiducia reciproca su questioni vitali. Tornando a noi, il Consiglio ha saputo abbassare i toni della polemica e lanciare un messaggio di unità sostanziale non solo riferito al come uscire dalla vicenda epidemiologica ma  soprattutto al come evitare che la Basilicata esca da questa vicenda con le ossa spezzate , con l’economia a pezzi e con un gap con le altre regioni che si va allargando. L’allarme è già arrivato dalle associazioni datoriali, con Matera che è chiamata a soffrire più di tutti sia per le relazioni economiche legate al turismo sia per quelle legate al settore dei salotti e del mobile. Ma non sarà solo Matera la vittima di una ennesima congiuntura sfavorevole, perchè se si entra in recessione ancora una volta saranno i territori più deboli a pagare il conto. E’ dunque su come innestare la marcia giusta che si deve sperimentare il valore della nostra classe politica regionale ed è sulla qualità delle proposte, sulla responsabilità in chi deve agire, sulla capacità di raccogliere il buono da ogni cosa che si giovano i destini di noi lucani. Io vedo questa riunione del Consiglio, pacata nei toni e puntuale nelle posizioni di ciascuno, un tentativo di alzare l’asticella del confronto , attraverso la partecipazione, il confronto e il riconoscimento dell’apporto di tutti. Speriamo. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento