Cuori da leone lancia “un opuscolo per ogni tifoso”

0

Il gruppo “Cuori da Leone” nell’ambito delle iniziative annuali e in concomitanza dell’inizio del campionato 2019-20 distribuisce la pubblicazione : “La luce in fondo al tunnel”, una rassegna scritta e fotografica, degli ultimi dieci anni della storia del Potenza.
L’evento è abbinato ad una raccolta fondi senza scopo di lucro, solo per recuperare le spese sostenute, mentre l’eventuale surplus sarà devoluto per finanziare iniziative pro Potenza.
Per chi fosse interessato è gia’ in distribuzione presso Ingromarket, Tiare’ Viaggi , Assicurazione Tua, Idea Fiori, Sportissimo, Farmacua Savino, Sogene Informatica, Iasilli Arredamenti, Bar Garibaldi, Piper Bar, in alternativa, basta contattare un componente del gruppo ” Cuori da Leone”.
Il gruppo ringrazia anticipatamente i sostenitori di : “Un opuscolo per ogni tifoso”

Con quest post pubblicato sulle pagine di facebook, il gruppo ” Cuori da Leone” ,dopo la pitturazione della zona sottostante la ringhiera inferiore dei distinti, ha lanciato da alcuni giorni un’altra iniziativa, questa volta di tipo editoriale: ” Un opuscolo per ogni tifoso”
Si tratta di un opuscolo illustrato e composta da 28 pagine che parla della storia degli ultimi dieci anni del Potenza.
Nella prima pagina introduttiva, Giovanni Benedetto, sintetizza i momenti salienti che sono accaduti intorno alla società e alla squadra nel periodo descritto. Vicende positive, come il pareggio conseguito a Benevento che ci fece guadagnare la C1, o l’annata del buon campionato guidato da Giacomarro con Presidente Notaristefani, risultati positivi ma estemporanei, slegati da una vera politica societaria che potesse programmare per un periodo piu  lungo di un anno.
Sono stati due brevi momenti, forse sogni, seguiti da retrocessioni, declassamento, sparizione in campionati regionali.
Un susseguirsi di cambi di Presidenti che non hanno mai organizzato e programmato la squadra per perseguire importanti risultati sportivi.
Una tifoseria sofferente, stanca e demotivata al punto che per alcuni periodi la gran parte di essa preferiva rimanere a casa per vedere Sky.
Solo con l’arrivo improvviso di Caiata a Potenza è tornato il calcio vero, il calcio organizzato e programmato da una società seria, professionale e pronta ad investire.
L’opuscolo percorre tutte le altanelanti fasi societarie degli ultimi dieci anni: dalla presidenza Postiglione a Notaristefani, da Vertolomo-Vangone  alla rinascita del calcio potentino con Caiata.
Un opuscolo da leggere e conservare sia per riprenderlo quando lo richiede l’occasione, sia per non ripetere gli errori del passato e sopratutto  farlo leggere ai ragazzi che non hanno vissuto personalmente quella storia calcistica comunque significativa per il destino  del Potenza.

La storia si racconta, si comprende, si analizza ma non si ignora o si cancella anche se essa denota vicende negative,  dalle quali bisogna ripartire per  sbagliare meno e costruire un futuro migliore: nel nostro caso specifico un Potenza sempre rispettato e temuto dai suoi avversari.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia della sede Rai di Basilicata nata nel 1959. Collaboro col periodico di attualità e cultura, " il messo" con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari Scrivo sul periodico " Armonia" edito dall'associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.

Lascia un Commento