CUPPARO-PITTELLA , UN CLIMA DA SALOON

0

Mentre Bardi si guarda bene dal replicare al suo predecessore, come di chi è impegnato in tutt’altro compito e non ha tempo di fare polemiche, l’assessore alle attività produttive Cupparo si incarica di tenere botta in ordine alle critiche dell’opposizione. E lo fa con un linguaggio nudo e crudo, come chi non ha peli sulla lingua e che non ama tenersi niente e da nessuno. Non so dove si arriverà con questo linguaggio , né mi dilungherei su chi ha cominciato per primo, ma è certo che se c’è un clima capace di danneggiare l’azione politico-istituzionale su un territorio, questo  è presente in forma accentuata in basilicata e , se tanto dà tanto, c’è da aspettarsi una rissa permanente . E dunque la cronaca ci ha portato ieri a dare conto delle accuse di Pittella e Cifarelli, i due consiglieri rimasti al Pd, al governo Bardi, colpevole, secondo gli oppositori, di non affrontare alcuno dei grandi problemi che sono sul tappeto, dal rapporto con le compagnie petrolifere ,alla mancata programmazione, alle situazioni di crisi presenti nel settore industriale. La risposta sulle tre questioni è tranciante, da parte di Cupparo. Primo, il Governo Pittella si è scordato di rivendicare dal Governo nazionale 40 milioni di euro che gli toccava dalle royalties del 2015 e che sono trattenute indebitamente. Secondo  che ,non a caso, l’ultimo bilancio presenta un disavanzo di 50 milioni, senza contare le situazioni debitorie pregresse per circa 200 milioni. Sul recovery fund, il governo Bardi non si può muovere se prima il Governo non fa sapere l’ammontare delle risorse che ci toccano. Quanto al Consorzio Asi, l’attuale Governo eredita un buco finanziario di 50 milioni e una situazione incancrenita che vede l’Asi perdere ogni mese 450mila euro tra entrate e costi dei servizi. Se Pittella aveva una soluzione c’è da chiedersi-dice Cupparo- perchè non sia intervenuto prima.

Cica poi l’accusa di non aver coinvolto il consiglio sula prgrammazione di sviluppo, mercoledì prossimo- annuncia l’assessore- si terrà la prima riunione di insediamento del Gruppo Tecnico Operativo – con la partecipazione di rappresentanti dei grandi player localizzati in Basilicata, associazioni imprenditoriali, sindacati – per la individuazione delle Linee di Azione del Piano di Sviluppo Economico e Sociale della Regione al quale stiamo lavorando insieme agli esperti dr. Leonardo Cuoco e Giampiero Perri con una svolta metodologica molto netta rispetto a quella delle precedenti giunte che hanno impegnato 10 milioni di euro per il Progetto di ricerca ed innovazione T3 senza previsione di risultati.

Fin qui la reazione di Cupparo alle accuse del Pd da una parte e di Braia dall’altra .Ma neanche Pittella è disposto a prendere e a portare a casa, come si dice. E la sua controreplica chiarisce a) che per ottenere i 40 milioni si era avviata la richiesta , b) che lo stallo delle trattative con l’Eni sta sotto gli occhi di tutti c) che il debito dell’Asi è una cosa tanto vecchia da non poter accusare il Governo Pittellla d) che non è vero che c’è un coinvolgimento della società civile, come dimostra il fatto che operatori di cultura ( vedic entro di dialettologia) hanno chiesto invano di farsi ricevere dall’Assessore. E ,chiosa finale, che è compito di bardi quello di creare un clima di dialogo costruttivo all’interno del Consiglio regionale.  Una polemica che speriamo si concluda qui. Un litigare sopra le righe che non può ricondursi solo ad una aspra polemica su fatti circostanziati ma ad un più generale atteggiamento di ostilità preconcetta che la popolazione mal sopporta, volendo vedere i fatti di una conduzione politica complessiva, sia di chi governa, sia di chi fa l’opposizione. Tra l’altro, detto sul terreno dell’efficacia della comunicazione, queste risse non procurano voti e hanno il solo risultato di allontanare la gente. Si cerchi un approccio meno aggressivo e si dia il senso di chi opera avendo a cuore gli interessi di un territorio e non di questa o quella bottega. R-R.  

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi