‘@dazeroasei’, POTENZA PROMUOVE L’AGGIORNAMENTO DEGLI EDUCATORI

0

Presentato il progetto ‘@dazeroasei’, promosso dal Comune di Potenza – Unità di Direzione Servizi alla Persona – con il supporto tecnico dell’Organismo di formazione Memory Consult. Nel corso dell’illustrazione agli operatori del settore, docenti, rappresentanti di associazioni operanti nel mondo dell’istruzione, cittadini, svoltasi nella Sala conferenze del palazzo della Cultura e trasmessa in streaming, è stato spiegato come l’iniziativa sia caratterizzata “da una proposta didattica gratuita, ampia e diversificata, da realizzarsi attraverso azioni di formazione e informazione, finalizzate a sostenere e alimentare la professionalità educativa nella fascia di età 0-6 anni. “Aggiornamento e crescita professionale – ha evidenziato il dirigente comunale Giuseppe Romaniello* – saranno realizzati attivando processi di riflessione partecipata sulle pratiche educative, favorendo così lo sviluppo qualitativo dei servizi educativi e di istruzione”. Il progetto è rivolto a dirigenti scolastici, operatori, educatori, insegnanti, coordinatori e responsabili delle attività educative scolastiche, oltre che alle famiglie e a tutti gli altri professionisti che operano nel settore dell’educazione dei bambini. Due i periodi nei quali sarà possibile iscriversi, il primo accessibile fino al 7 marzo 2024 e il secondo, invece, compreso tra l’1 e il 30 giugno 2024. Le informazioni, i modelli di domanda e altre notizie utili sono reperibili ai due seguenti link: https://www.comune.potenza.it/?p=58748 https://www.memoryconsult.it/nuovo/dazeroasei/

*IN COPEERTINA .  ROMANIELLO, DIRIGENTE DELL’UNITA’DI DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi