DI NUOVO LA REGGINA SULLA STRADA DEL POTENZA

0
rocco sabatella

Dopo tre giorni dal match di campionato vinto dalla Reggina per 3 a 0 che ha confermato la leadership dei calabresi e che ha fatto scivolare il Potenza al quarto posto, le due squadre si riaffrontano oggi al Granillo di Reggio Calabria, inizio alle ore 20,30, per il secondo turno della coppa Italia. Il sorteggio ha favorito la Reggina che ha il vantaggio di giocare sul proprio campo. Se al termine dei 90 minuti sussiste la parità si battono i calci di rigore senza passare per i tempi supplementari. Le due squadre arrivano a questa gara con due stati d’animo contrastanti. Il morale è a mille nel clan della Reggina dopo la roboante vittoria di domenica scorsa al Viviani mentre il Potenza si è leccato le ferite arrivate nelle ultime tre giornate in cui la squadra di Raffaele ha conquistato un solo punto e incassato la bellezza di sei reti dopo che nelle precedenti 11 giornate la porta del Potenza aveva subito un gol a Terni e un altro sul campo del Rieti. Oltre che a prendere il primo gol in casa dopo 560 minuti di imbattibilità. Questo significa che i favori del pronostico sono tutti per i calabresi. Sia Potenza che Reggina procederanno ad un ampio turn over facendo scendere in campo tutti quegli elementi che fino a questo momento hanno avuto poco spazio in campionato. L’obiettivo è uguale per tutte e due le squadre, ossia cercare di superare il turno. Il tecnico della Reggina Toscano ha detto chiaramente che la società calabrese ci tiene particolarmente ad andare avanti nella manifestazione tricolore sia perché nel suo palmares manca la conquista della coppa Italia ma soprattutto che la mentalità vincente inculcata alla squadra deve essere manifestata in ogni occasione. Anche nell’ambiente rossoblù si pensa allo stesso modo anche se, in questo momento così negativo, probabilmente, la coppa Italia non suscita il massimo dell’interesse. Ma una buona prestazione con il superamento del turno avrebbe effetti molto positivi perché consentirebbe una grande iniezione di fiducia per il morale e per il futuro e guarirebbe, in un solo colpo, tutte le ferite subite negli ultimi 10 giorni. E sarebbe di buon auspicio per andare ad affrontare l’Avellino con un altro spirito per riprendere la marcia, interrotta bruscamente, in campionato. E per fare questo Raffaele, che tra l’altro è stato squalificato per una giornata come Emerson, si affida alla freschezza delle seconde linee che vogliono mettersi in mostra di fronte a tale avversario. E Raffaele cerca risposte da questi giocatori anche per un loro utilizzo in campionato già a partire dalla gara di lunedi sera al Partenio di Avellino. Non è stato convocato Franca che rimarrà a Potenza ad intensificare il lavoro per avvicinarsi sempre di più al rientro. Dovrebbero giocare Breza in porta, Silvestri, Di Somma  e Sepe in difesa, Juliano e Coppola in mezzo al campo, Viteritti e Coccia sulle fasce e poi Arcidiacono, Murano e Talla Souare in attacco. L’undici che sceglierà Toscano non assomiglierà assolutamente ad una formazione di riserve perché Farroni, Salandria, De Francesco, Bellomo che è squalificato per domenica prossima dopo l’espulsione al Viviani e quindi sarà in campo oggi dall’inizio. Rivas, Paolucci, Reginaldo, Doumbia, Bresciani, Gasparetto e Rubin non sono per niente inferiori ai cosidetti titolari che hanno giocato contro il Potenza tre giorni fa. Ma è anche evidente che il pensiero di Raffaele sarà rivolto al posticipo di Avellino a cui penserà da domani.  Perché si vuole invertire la rotta e per fare questo sarà necessario che l’allenatore rossoblù cominci a pensare a qualche soluzione diversa sia a livello tattico che di uomini, oltre che a trovare nuovi meccanismi di gioco offensivi per sanare le difficoltà che il Potenza incontra nell’area avversaria. Dirigerà l’incontro il signor Nicolò Marini di Trieste. Anche l’Avellino, prossimo avversario del Potenza in campionato, gioca stasera per la coppa Italia affrontando in casa la Cavese.

 
Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Lascia un Commento