DISCARICHE IN INFRAZIONE, COME STANNO I FATTI

0
Nonostante gli sforzi fatti per adempiere alla diffida dell’Unione Europea sulle 23 discariche, il processo di messa a norma è lungi dall’essere concluso. Ad oggi nove discariche non sono ancora state regolarizzate e su queste c’è il rischio evidente di andare in multa, che non è cosa da poco perchè la penalizzazione è calcolata sui giorni di ritardo rispetto alla data  di ultimazione concordata, con le conseguenze finanziarie che è facile immaginare. Il problema è che , non risolvendo i difetti di un motore che non può andare più forte semplicemente con l’incitamento del conduttore, ma richiede interventi manutentivi importanti negli ingranaggi procedurali e decisionali, il rendimento è quello che è ed i tempi continuano ad essere decisamente lunghi. Di queste nove discariche, qualcuno può farcela ad evitare la penalizzazione ma per altre nemmeno un miracolo è bastevole . Di queste discariche , tre ( Tito “Aia dei Monaci”, Maratea “Montescuro” e Moliterno “Tempa La Guarella”.)  sono sotto gestione commissariale governativa, come da nomina del 31 MARZO 2021 con il compito dato al Commissario di concludere i procedimenti finalizzati a dare piena esecuzione alla sentenza della CGUE. Vediamo qual è la situazione così come è stata illustrate dagli uffici nel corso dell’incontro con la task force del Commissario Unico nazionale per le Bonifiche. Per quanto riguarda la discarica di Tito, l’Ufficio del Commissario Unico Bonifiche ha previsto la fine dei lavori per luglio 2022 e conferma il termine per la chiusura a dicembre 2022; di fatto, attualmente la gara  risulta essere pubblicata, l’aggiudicazione è prossima, probabilmente a dicembre p.v., con la consegna dei lavori per  l’inizio  dell’anno  p.v.  (2022) Per quanto riguarda la discarica di Moliterno, sono stati previsti, dall’Ufficio del Commissario, tempi più lunghi per le fasi collaudo perché cera un aspetto che poteva rientrare in una sorta di una perizia di variante a causa dello smottamento di una sponda della discarica. Alla fine il RUP e il Direttore dei Lavori hanno stabilito che non è necessario realizzare una paratia ma risulta essere sufficiente eseguire un drenaggio, per il quale si prevede il completamento a breve, con conseguente riduzione dei tempi di certificazione e chiusura. La data di chiusura prevista è dunque per gennaio-febbraio 2022. Per dicembre 2022 è prevista la ultimazione della discarica di Maratea, con un ritardo rispetto ai tempi inizIalmente previsti di 7 mesi. ( CONTINUA)
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi