E’ MORTO ROMUALDO COVIELLO

0

E’ morto Romualdo Coviello, Senatore della Repubblica, assessore della Regione Basilicata Presidente del Consiglio regionale ed esponente di primissimo piano della Democrazia Cristiana . Tutte cariche che ha interpretato con il massimo di capacità e di impegno, nell’esercizio delle quali ha messo insieme preparazione e creatività, conoscenza profonda dei temi economici e politici e capacità di pensare il nuovo, di allungare lo sguardo verso il fututo, di  disegnare percorsi di sviluppo per la Basilicata. La sua esperienza di programmatore dell’Ibres, sotto la guida del grande Decio Scardaccione, poi divenuto suo suocero, gli ha consentito di essere un punto di riferimento nel dibattito socioeconomico della Basilicata sia riguardo alla infrastrutturazione del territorio regionale sia riguardo alla crescita del settore primario, di cui è stato profondo innovatore. Da Presidente del Consiglio, col quale ho avuto l’onore di collaborare, ha messo le basi per un discorso ragionato e consapevole  sugli itinerari di sviluppo, portando alle stampe una ricerca da lui commissionata sul “Modello Basilicata”, che metteva in evidenza la capacità dell’Istituzione regionale di conquistarsi una rappresentatività reale del territorio e di porsi come interlocutore essenziale della comunità. Altri tempi ,nei quali la Regione era fucina di idee, luogo di dibattito alto e civile, e gli interventi dei consiglieri toccavano il cuore della gente, per la capacità di guardare al profondo dei problemi e di dare indicazioni al di là delle appartenenze. Di Romualdo Coviello,c’è da ricordare la sua prima grande battaglia contro la Liquichimica e la folle idea dello schieramento di Emilio Colombo di portare il petrolio a Metaponto, mille navi all’anno; petrolio che avrebbe dovuto essere trasformato in proteine. Una idiozia che l’allora consigliere Coviello, insieme ad una sparuta rappresentanza di consiglieri riuscì ad evitare, mettendo sotto scacco la maggioranza e  sventando quella che sarebbe stata la fine di tutto il Metapontino, non a caso da lui stesso definito la “California del Sud.”  Da professore universitario ha saputo allevare schiere di agronomi, di economisti e di esperti in scienze forestali , trasmettendo loro l’entusiasmo per queste professioni e l’amore per l’ambiente. Una grande perdita per la Basilicata di una persona che la politica l’ha declinata come impegno per le comunità e non come strumento di carriera. A Cristiana e Decio, che da diverse angolazioni, continuano la grande missione dei genitori un abbraccio da tutta la redazione di Talenti Lucani  . Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi