FERRANDINA-MATERA . CI SIAMO , FINALMENTE

0

Via libera, con una delibera nell’ultima seduta della Giunta regionale, al progetto della Ferrandina-Matera La Martella. L’esecutivo lucano ha approvato il progetto definitivo della nuova linea ferroviaria per il collegamento di Matera con la rete ferroviaria nazionale. Il costo dell’intervento è stimato in 365 milioni di euro e risulta interamente finanziato nell’ambito del vigente aggiornamento del Contratto di Programma tra Regione Basilicata e RFI 2021- 2027, dei quali 50 milioni di euro, provengono dal Pnrr.

“Grazie all’impegno della Regione Basilicata questo collegamento ferroviario atteso da anni diventerà finalmente realtà – commenta il presidente Vito Bardi. È un’opera importante per tutta la Basilicata che porterà a connettere e riconnettere il territorio lucano con tutte le principali direttrici di traffico nazionali. Salerno e Napoli sono le porte di accesso del Mezzogiorno al sistema Alta Velocità e Taranto rappresenta un importante polo economico. L’auspicio di questo governo regionale – conclude Bardi – è di vedere il rapido completamento delle opere”.

“È la conclusione – dichiara l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra – di un percorso durato anni, sancito da una volontà netta della Regione Basilicata. Un percorso iniziato da tempo che verrà ricordato per aver segnato ogni anno, almeno negli ultimi dieci anni, una singola importante tappa, senza però mai vederne la meta. Abbiamo raggiunto quel traguardo dal quale potrà scaturire – conclude l’assessore Merra – quella visione diversa del sistema infrastrutturale di Basilicata di cui si è parlato dall’inizio del nostro mandato”.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi