FERROVIE. LA PROVINCIA DI MATERA FA LA SCELTA GIUSTA. E QUELLA DI POTENZA?

0

E’ da sottolineare l’importanza della decisione assunta alla Provincia di Matera di schierarsi ufficialmente e senza mezzi termini per una continuazione della ferrovia Ferrandina-Matera in direzione di un ricongiungimento con la dorsale adriatica delle Ferrovie dello Stato, finalmente uscendo dall’isolamento sia in direzione della trasversale Taranto- Battipaglia, sia in direzione dello sbocco  verso l’alta capacità nella parte che congiunge la Napoli-Bari e e l’alta velocità Bari-Bologna. La pronuncia della Amministrazione provinciale mette fine a tentativi di trovare soluzioni rabberciate, così come si stavano profilando per un collegamento tra la Ferrandina Matera e le Fal Matera-Bari, con il che decidendo finalmente che il futuro è solo una rete ferroviaria nazionale, che sarà capace di far uscire la città dei Sassi dall’isolamento e di dare una prospettiva di collegamento funzionale per passeggeri e merci con le grandi direttrici ferroviarie.  Comprensibile  la soddisfazione del consnigliere regionale Luca Braia che su questa scelta strategica ha fatto una battaglia in continuità con l’impegno portato avanti dalla on. Antezza per portare finalmente la ferrovia a Matera. E non gli si può dar torto quando sottolinea con enfasi che   forse, dopo 150 anni siamo arrivati ad un punto di svolta e di risoluzione.     Un futuro senza scartamento ridotto dovrebbe interessare anche la provincia di Potenza in questo discorso di una tratta ferroviaria che punta ad andare verso il territorio pugliese per congiungersi con la rete ferroviaria di A.C e di alta velocità, magari con una valutazione di fattibilità della trasformazione a scartamento normale del tratto fra Genzano- Acerenza e Gravina in modo da assicurare lo sbocco ferroviario a tutto il territorio bradanico, un territorio vasto e che anche dal punto di vista produttivo ha bisogno di aprirsi ai mercati nazionali  . Il concetto è questo: se bisogna spendere i soldi non è per mantenere una cosa che non funziona ma per farne una che funziona. E le Fal in Basilicata, al di là della tratta Avigliano-Potenza non è sinonimo di efficienza e di servizio di pubblica utilità.  Un motivo di ottimismo è dato anche dalla decisa azione straordinaria per la realizzazione della Battipaglia -Taranto e  per la Salerno-Reggio Calabria, due opere strategiche che interessano in maniera fondamentale la Basilicata, Ebbene il primo tronco tra Sicignano e Praia a Mare, via valle di Diano,è già nel binario  operativo ed è il primo tratto ad essere finanziato, insieme alla Battipaglia-Potenza-Taranto. Un fatto che incoraggia a sistemare una volta per tutte il più grande problema infrastrutturale che la Basilicata si trova ad affrontare da decenni. Speriamo che la regione trovi una sintesi di queste esigenze e metta finalmente sul tavolo una proposta di sistemazione definitiva della rete ferroviaria.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi