FOTOGRAFIA DI UNA GRANDE OPERA MONCA

0

 

Il ponte Musmeci oltre essere un’opera pregevole progettata e diretta dall’omonimo Maestro, fu realizzata allo scopo di connettere l’abitato cittadino sia con la Superstrada Basentana che con l’Area a Sviluppo Artigianale posta in sinistra e in destra fiume Basento.

Causa alcune interferenze che si decise di ritardare nella loro eliminazione e di altre che durante la sua costruzione furono inopinatamente create, l’opera risulta ad oggi più che monca nella sua funzione.

Da qui in avanti il tentativo di fotografare la sua attuale situazione.

Lato Basentana.

L’ingresso dalla Superstrada dalle provenienze da Metaponto risulta estremamente ristretto nella corsia di decelerazione oltre che fortemente avanzato, tanto che non consentire in sicurezza la percorrenza della rampa di uscita.

La rampa si immette oltre l’asse stesso del ponte e immediatamente prima incontra la rampa proveniente da Salerno e nello stesso punto quella che sale in fregio al ponte stesso e proveniente dai due rami de Lungo Basento.

La strozzatura del traffico che ne consegue è particolarmente visibile nelle ore di punta quando la fila in ingresso si estende fino alla autostrada.

Il Maestro Musmeci ben conscio della problematica, aveva previsto un ampio petalo di quadrifoglio appena allo sbarco dal ponte lato campo federale e ne aveva anche iniziato la realizzazione tanto che si vede accennata tale azione alla confluenza delle tre rampe citate.

Ebbene il ritardo nel trasferimento del Campo Federale in altra località ne impedirono all’epoca la realizzazione, col risultato che il campo è rimasto e lo svincolo è saltato.

Non meno problematica l’uscita dal ponte verso Salerno e il Lungo Basento dove praticamente nello stesso punto convergono il ramo Lungo Basento, l’ingresso da questo e la immissione in Autostrada con questa per un difetto di esproprio di una striscia anche risicata di proprietà privata, l’immissione nella sede autostradale avviene addirittura con uno “Stop”.

Si segnale margine che ciascuno dei tre ingressi principali in Basentana in direzione Salerno avvengono con uno “Stop”, cosa che è oltre che diciamo atipica, anche estremamente pericolosa in quanto posti anche svincoli in zone in curva della Autostrada.

Lato Potenza

Dal lato Potenza la situazione se mai possibile è ancora peggiore con la aggravante che tranne interventi locali, nulla più può essere ormai fatto per recuperare l’idea progettuale del Maestro Musmeci.

Il ponte in pratica “muore” contro palazzi realizzati alcuni in epoca coeva alla sua realizzazione ed altri in seguito con uno che si sta realizzando in questi anni addirittura all’interno dello svincolo e che quando terminato mal si comprende come ne sarà permesso l’entrata/uscita sia ai mezzi che ai pedoni!

Venendo da Salerno si incontrano tutte nello stesso punto la rampa per Potenza zona Rione Libertà e Stazioni Ferroviarie oltre quella dalle Stazioni stesse e dal Lungo Basento, con una immissione addirittura ad angolo retto e senza corsie di accumulo (per la impossibilità a realizzarle) si provocano spesso code che impegnano perfino l’impalcato del Ponte.

Proseguendo dal ponte si incontra una prima risicata rotonda che consente l’uscita/entrata per/da le Stazioni e il Lungo Basento e poi ancora un’altra rotonda su via Vaccaro. Queste per la loro esiguità per via degli spazi locali, sono la principale causa di rallentamento per l’uscita/entrata alla parte alta della Città e per Via dell’Unicef e la fondovalle del Gallitello e ciò nonostante la realizzazione del Nodo Complesso che solo in parte ha lenito l’affollamento sia in entrata che in uscita da e per il Ponte.

Anche da questo lato il Maestro Musmeci aveva previsto un ampio svincolo ma le contingenze dell’epoca, chiamiamole così e perfino la prossima realizzazione del fabbricato citato e si cui sono state già realizzate le opere di contenimento terreni appena a filo dell’attuale asfalto, hanno impedito ed impediranno da qui in avanti qualsiasi intervento migliorativo.

Conclusioni.

Per quanto sopra descritto e pur lodando le iniziative in corso per il recupero strutturale del Ponte Musmeci ormai non più dilazionabili è del tutto evidente, anche in virtù delle iniziative che si intendono portare avanti nella limitrofa area ex CipZoo (Stadio-Centro Commerciale o solo Parco che siano) che bisognerà almeno affrontare e risolvere le problematiche lato Basentana oltre con purtroppo solo piccoli interventi di ottimizzazione, lato Potenza.

Si segnala infine che altrove come a Trento, PaLazzo della Provincia Autonoma ad esempio, opere del Maestro oltre ad essere mantenute in modo impeccabile, sono inserite piacevolmente ed armonicamente nella Urbanistica Cittadina.

Ci auguriamo che la nuova Amministrazione del Comune di Potenza assieme a tutti gli altri Enti interessati sappia fare se non meglio almeno altrettanto.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento