GRANDE ATTESA PER LA SFIDA AL CATANIA

0

rocco sabatella

 

Ci potrebbe essere oggi il record di spettatori e d’incasso per l’affascinante sfida che attende la formazione allenata da Raffaele. Al Viviani, inizio ore 15, arriva il Catania, squadra che viene indicata da tutti gli addetti ai lavori come la favorita principale per  la promozione diretta, con il primo posto, in serie B. Messi alle spalle due mesi e passa nei quali ci si è maggiormente concentrati sui ricorsi ai vari gradi della giustizia sportiva e non, piuttosto che sul calcio giocato, in una situazione al limite del delirio e che sembra aver avuto finalmente la parola fine visto che adesso tutte le squadre che erano interessate a trovare posto in serie B adesso si sono messe l’anima in pace e finalmente cominciano ad andare in campo, atteso che sono svanite definitivamente le speranze di ripescaggio, anche il Catania da questo momento si può concentrare, come è giusto che sia, sul cammino che deve fare sul rettangolo verde per arrivare a quel traguardo che inutilmente ha cercato di ottenere attraverso la giustizia sportiva e ordinaria. Fino a questo momento gli etnei hanno disputato 6 gare con un bottino di 14 punti che sono il frutto di quattro successi e due pareggi esterni ottenuti contro la Casertana e il Monopoli. La squadra allenata da Sottil arriva a Potenza riposata visto che sabato scorso non ha giocato la partita con la Viterbese. Al contrario del Potenza che è sceso in campo sabato scorso a Lentini e poi tre giorni dopo contro la Juve stabia per i sedicesimi di finale della Coppa Italia, brillantemente superati con il successo esterno ai danni dei campani. A livello psicologico è stato un bene per gli uomini di Raffaele aver giocato subito e alla grande contro le vespe perché in questo modo si sono potute superare le scorie della sconfitta patita, in maniera immeritata, contro la Sicula Leonzio. E prepararsi con la mente sgombra per questo difficile impegno con il Catania. Che, giusto per far capire chi si troverà di fronte il Potenza,  può presentare due formazioni  competitive ai massimi livelli nel girone C. E soprattutto 5 di loro, Lodi, Biagianti, Marchese, Liama e Barisic  nella stagione 2012-2013 furono tra i protagonisti di uno strepitoso torneo di A finendo ottavi con 56 punti appena a ridosso della zona Europa League. E quindi si presentano al Viviani con il ruolo di grande favoriti per il match di oggi. Ma il Potenza non ha la minima intenzione di fungere da vittima sacrificale degli etnei per cui, pur con il massimo rispetto per gli avversari, vuole ambire a fare un’altra grande prestazione. Come conferma Raffaele:  ” Abbiamo grande entusiasmo dopo le brillanti prestazioni recenti in cui ci siamo espressi a buonissimi livelli, abbiamo acquisito maggiore convinzione nei nostri mezzi  e quindi credo che siamo sulla strada giusta. C’è in noi il rammarico per qualche punto perso per strada per mancanza di fortuna ma sono soddisfatto per quanto fatto dalla squadra finora. Per il modo in cui intendo il calcio, abbiamo l’ambizione e il proposito di giocarci la partita in maniera propositiva, come abbiamo fatto nelle gare precedenti.  Siamo in un momento di salute fisica, psicologica e tecnica e contiamo di esprimerci al massimo contro il Catania. Sono sicuro che faremo bene come sono sicuro he gli avversari  dovranno sudare molto per batterci. Il Catania ha giocatori molto abili e duttili per cui dobbiamo essere sempre sul pezzo e conservare la concentrazione dall’inizio alla fine. Chiedo al pubblico di supportare la squadra perché il nostro pubblico sarà contro un avversario cosi ostico l’ arma in più che ci dovrà spingere verso un risultato importante”.  Come si vede un Raffaele che guarda a questa sfida con grande positività perchè la squadra lo segue con grande abnegazione e che aspetta dai suoi ragazzi il massimo dell’applicazione sul modo di stare in campo e sul lavoro da fare in campo per mettere in difficoltà una super squadra come il Catania. Non saranno sicuramente della partita il lungodegente Giosa, Pepe e Salvemini che non hanno ancora superato gli infortuni patiti a Siracusa. Tutti gli altri stanno bene e sono arruolati per affrontare la formazione di Sottil.  Qualche dubbio sull’undici da schierare verrà sciolto dal tecnico di Barcellona Pozzo di Gotto poco prima di scendere in campo ma di sicuro si continuerà a giocare con l’assetto tattico  disegnato da Raffaele sin dalla prima partita giocata a Rende. Quindi Ioime in porta e davanti a lui il quartetto formato da Coccia, Emerson, Di Somma e Giron, a centrocampo quattro giocatori, Dettori, Coppola, Piccinni e Guaita si giocano tre posti visto che Raffaele è parecchio stuzzicato dall’idea di continuare ad utilizzare il giocatori argentino nel nuovo ruolo di centrocampista disegnato per lui e che sta dando ottimi risultati e che assicurano al reparto nevralgico della squadra un tasso di qualità e di imprevedibilità molto alto. Strambelli, Franca e Genchi comporranno il tridente di attacco. Sul fronte siciliano solo l’imbarazzo delle scelte per l’allenatore Sottil che sembra deciso a presentare il Catania con la difesa a tre composta da Aya, Silvestri ed Esposito davanti al portiere Pisseri, Calapai e Scaglia esterni, Biagianti e Angiulli centrali, l’eterno Lodi a supporto delle due insidiose punte Marotta e Curiale.  Ma non ci sorprenderebbe, considerato l’organico di cui dispone, che l’allenatore catanese propenda per un altro sistema tattico che la duttilità dei suoi giocatori gli permette di adottare. Come si diceva all’inizio si va verso il tutto esaurito al Viviani con i tifosi rossoblù molto soddisfatti dell’ottimo lavoro che Raffaele ha svolto per far invertire la tendenza al Potenza. Sono svanite tutte le perplessità che avevano accompagnato l’arrivo di questo giocane tecnico scelto dal presidente Caiata per sostituire Nicola Ragno.  

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento