I VERDI ATTACCANO CAIATA. NON E’ UN LINGUAGGIO DA PARLAMENTARE

0

Quando il presidente Caiata afferma che gli fanno schifo gli “ambientalisti, perbenisti e radical chic…. che pullulano nella città di Potenza ed a cui dà fastidio l’idea di avere uno stadio nuovo e polivalente davanti la CIP zoo dove ci sono le prostitute la sera” dimentica che i suddetti non si “frugano le mani” mentre “la città muore” anzi tutt’altro. Perché è proprio dalla constatazione della drammaticità della situazione economica e sociale che partono per affermare la necessità di un ripensamento delle opere da realizzare. Dovrebbe chiedersi, dall’alto della carica parlamentare che ricopre, come cercare di frenare la corsa ad abbandonare la città della maggior parte dei giovani che non vedono, il luogo di nascita, come un posto dove formarsi né tantomeno vivere. Dovrebbe dismettere gli abiti imprenditoriali ed indossare quelli del politico che lavora per la comunità: capirebbe, infatti, che sono ben altre le opere da realizzare e di cui la nostra comunità ha esigenza. Ed a chi afferma che, se non si realizza lo stadio non si realizza niente, verrebbe da rispondere che, in una fase di affermazione del centro-destra sia in regione che al comune, sarebbe auspicabile una utilizzazione delle royalties petrolifere non unicamente centrata nella zona di estrazione ma in maniera diffusa su tutto il territorio. Si compenserebbe, dunque ed in questo modo, il mancato introito che la virtuale compagine imprenditoriale(?), di cui Caiata è esponente di spicco, con l’utilizzazione di risorse economiche non endogene, cioè di denaro fresco ed in surplus rispetto alla normale dotazione. Si potrebbe, dunque, pensare alla realizzazione di un parco del Basento che possa essere un reale attrattore di giovani e meno giovani sia durante il giorno che le sere d’estate. Si potrebbero, in questo modo, sviluppare attività culturali, ricreative e musicali, intorno alle quali far muovere una filiera ricreativa di cui, Potenza, sembra dimenticarsi impelagata, così com’è, nella gestione della quotidianità degli uffici. Sarebbe, inoltre, auspicabile che, sempre in quelle vicinanze si realizzasse un centro di smistamento davvero funzionale e che contribuisse a rendere la città meno congestionata dalle auto che si affollano durante il giorno. Si potrebbe, in questo modo, cercare di dare una svolta green in una città rimasta al palo nella mobilità alternativa perché, vuoi o non vuoi, il mondo si sta muovendo nel senso di una maggiore consapevolezza della necessità di abbandono della mobilità del millennio passato. E non deve, il presidente del Potenza, pensare che, portare la squadra di calcio in serie B, possa essere un palliativo alla disperazione che attanaglia una quantità consistente di famiglie potentine. Si pensi, piuttosto, ad individuare le skills sulle quali puntare per poter far fare a Potenza quel salto verso la specializzazione di cui deve dotarsi in un panorama sempre più settorializzato anche nella competizione dei centri cittadini, piuttosto che cercare di far dimenticare la situazione con il paracetamolo calcistico.  VERDI  -Europa verde

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento