IL DISASTRATO PIANETA DELLA SANITA’ LUCANA

0

All’inizio pensavamo semplicemente che sbagliassero per oggettive difficoltà ad impadronirsi del governo di Dipartimenti regionali importanti e che il continuo rimbeccare sugli errori del passato serviva solo a prendere tempo e a far capire che avevano trovato una situazione difficile. Cosa in parte vera ma che da molti anni fa parte delle eredità conseguenti al cambio di gestione. A metà legislatura però questo continuo buttare la palla in tribuna è diventato sospetto e lascia pensare che non si tratti di poca esperienza ma di poca sostanza. La regola non vale per tutti, e ci sono assessori che  bene o male i risultati li stanno portando, come è capitato per la politica industriale e per i trasporti. Quindi un disallineamento del rendimento assessorile è dovuto esclusivamente a inadeguatezza a ricoprire i ruoli, cosa che si complica quando anziché prendere atto delle defaillance, si cerca di spulciare l’elenco dei presunti colpevoli per trovarne uno di comodo cui assegnare le colpe. Sull’aumento degli emolumenti ai direttori generali, abbiamo già detto che la cosa non sarebbe stata scandalosa se ci fossero atti di indirizzo sugli obiettivi da cogliere e metodi di valutazione oggettivi con i quali verificare il mantenimento degli impegni. E’ compito dell’assessore alla sanità guidare il processo di miglioramento sia attraverso riunioni settimanali con i direttori generali, come avveniva nel passato, sia attraverso atti precisi di indirizzo circa il modo di affrontare in maniera organica ed equilibrati problemi specifici. Se puta caso, l’indirizzo per il 2021 è stato quello di ridurre le liste di attesa che evidenziavano tempi spropositati ed inaccettabili, allora all’inizio del 2022, si dovrebbe verificare, senza indugio se quell’obiettivo è stato raggiunto , chi lo ha raggiunto e con quali performance. Questo disegno macro di governo della sanità sembra sfuggire al responsabile, il quale si rifugia nell’accusa su cose banali, che non rendono giustizia alla funzione che ricopre. E se non è uno scandalo il fatto che si possano aumentare gli stipendi, come hanno fatto altre Regioni, è però uno scandalo che all’Ircss di Rionero si duplichino le funzioni apicali, laddove nel passato i capi dipartimento rispondevano ad una logica di gestione interaziendale, nel senso di un’area complessa che prevedeva la gestione di più presidii in filiera gerarchica tra di loro. E dunque questo modo di agire contraddittorio, unito al comportamento ambiguo di esaltare i presunti successi ( le rianimazioni vuote) e di nascondere gli insuccessi ( 936 contagiati su 2200 tamponi fatti ieri, record italiano) è segno che con queste figure politiche non si va lontano. Questo è il vero problema di Bardi: non l’equilibrio tra i partiti, ma la consistenza molecolare di un Esecutivo. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi